🇮🇹 Il mio impegno per l’agricoltura 🇮🇹

L’agricoltura è sempre più un valore aggiunto ai territori: crea lavoro e sviluppo e ne conserva i valori. Valorizzare e tutelare i prodotti legandoli ai territori e garantendone la riconoscibilità favorisce l’agricoltura italiana che è in Europa la più qualificata e ricca di diversità.

La buona politica deve aiutarne la crescita con norme che permettano ai consumatori di riconoscere origine e qualità dei prodotti.

E gli agricoltori devono essere liberati da una burocratizzazione opprimente, rendendo le regole più snelle e più facilmente gestibili.

Da presidente della Commissione Agricoltura di Regione Lombardia ho portato avanti proposte che si scontrano con quelle visioni e burocrazie europee (e qualche volta anche nazionali) che invece di dare importanza ai prodotti del territorio favoriscono l’omologazione di ogni prodotto cancellando il più grande valore dell’agricoltura italiana: la gestione moderna di una qualità legata al territorio e alle tradizioni.

Fondamentale è riportare l’impresa agricola al centro del dibattito, in particolare della nuova programmazione della politica agricola comune perché l’impresa è vero e autentico propulsore della crescita e dello sviluppo economico, volano di occupazione, benessere e innovazione.

In Europa occorre – pur nella consapevolezza della straordinaria vocazione agroalimentare dell’Italia – evitare che il nostro Paese diventi esclusivamente trasformatore di prodotti agricoli provenienti dall’estero. Come dire: al Parlamento Europeo bisogna tradurre in direttive la difesa della qualità delle nostre produzioni agricole, di cui siamo orgogliosi, e difenderne le filiere. Dobbiamo puntare sulle filiere agroalimentari e batterci per una Pac che metta l’impresa davvero al centro perché l’agricoltura merita di essere tutelata attraverso programmi seri e con risorse importanti”.

 

Al Parlamento europeo mi impegno a dire qualche NO e tanti Sì

 

🇪🇺 No alla riduzione delle risorse finanziarie per la Pac (Politica agricola comune)
🇪🇺 No all’omologazione della produzione agricola
🇪🇺 No alla burocrazia opprimente, complicata e improduttiva
🇪🇺 No ai contributi identici in ogni paese

🇪🇺 Sì al sostegno anche economico delle produzioni locali e nazionali
🇪🇺 Sì alla tutela dai rischi climatici e di mercato
🇪🇺 Sì al sostegno per la crescita anche tecnologica delle imprese
🇪🇺 Sì alla valorizzazione dell’agricoltura sostenibile e del suo contributo al contrasto dei cambiamenti climatici
🇪🇺 Sì al supporto dell’agricoltura contro l’abbandono delle aree rurali e montane.