Desenzano, 23 nov. – Sopralluogo al centro servizi del casello autostradale di Desenzano da parte dell’assessore regionale allo Sviluppo economico Mauro Parolini. Dopo l’invio di una lettera indirizzata al presidente del consiglio di amministrazione della A4 Holding Carlos Del Rio per evitarne la chiusura, a seguito dell’annuncio del piano di ridimensionamento delle strutture di servizio operata da Autostrada Brescia Verona Vicenza Padova S.p.A., l’esponente della giunta Maroni ha visitato stamane la struttura insieme ai dirigenti della società, di Regione Lombardia ed Explora, al presidente del Consiglio comunale di Desenzano Rino Polloni, ai rappresentati dei Consorzi Albergatori di Desenzano e Sirmione e del consorzio Garda Lombardia. Obiettivo dell’incontro, la valutazione dei possibili utilizzi dei grandi spazi presenti nel centro anche come Infopoint turistico a servizio del Garda.  

“Si tratta di una grande struttura, collegata al casello autostradale, con molti spazi disponibili, ben servita e accessibile. Il casello di Desenzano – ha ribadito Parolini al termine della riunione – è una delle grandi porte di accesso al Garda e può essere un punto di accoglienza, di informazione e di servizi per i turisti sempre più numerosi che lo utilizzano”. 

Da qui la proposta dell’assessore Parolini “di valutare in modo condiviso la possibilità di rilanciare le funzioni del centro servizi, integrandole in un servizio di accoglienza e informazione turistica e altre funzioni che ne facciano un punto di riferimento per tutto il basso Garda. Un’operazione di valorizzazione che coinvolga Regione Lombardia, Explora, la Serenissima, il Comune di Desenzano, quelli dei Comuni rivieraschi, tutti gli enti e i principali protagonisti del sistema che si occupano di promozione turistica del Benaco”. 

“Per questo – ha annunciato Parolini – la settimana prossima abbiamo già convocato una riunione tecnica per affrontare la questione, raccogliere l’interesse e i suggerimenti di tutte le realtà coinvolte e porre le basi di una collaborazione”.

“Gli Infopoint – ha concluso Parolini – sono la porta d’ingresso alle destinazioni turistiche e, molto spesso, la prima tappa di un percorso dentro la nostra regione, che deve essere contraddistinta da una rinnovata professionalità e ricchezza di informazioni. Regione Lombardia sta investendo perché li vogliamo più moderni, più efficienti e aperti più a lungo, perché qui i turisti devono sentirsi accolti, informati e aiutati. E anche il Centro servizi dei Desenzano può diventare protagonista di questo rilancio”.