Mauro Parolini

Mauro Parolini

Due parole su di me

Sono nato a Desenzano del Garda. Era il maggio del 1958. Primo di sei figli, fra i desenzanesi vivo e lavoro ancora oggi con mia moglie e le mie tre figlie.
Ho studiato al liceo classico Bagatta e poi al Politecnico di Milano.

Sì, sono un ingegnere e il mio lavoro è parte fondamentale della mia vita.

E poi ho potuto impegnarmi per migliorare la vita dei miei concittadini prima, dal 1995, come consigliere della Provincia di Brescia e, dal 1999, come assessore ai Lavori Pubblici, Viabilità e Pubblica Istruzione della Provincia nella giunta Cavalli . Nel 2010 sono stato eletto Consigliere di Regione Lombardia, dove ho assunto l’incarico di Presidente del comitato per la montagna e, in seguito, della Commissione Agricoltura e caccia. Nel mandato successivo sono stato capogruppo del PDL e dal 2014 Assessore al Commercio, turismo e terziario nella giunta Maroni e poi allo Sviluppo economico con delega anche alle Attività produttive.

Mi sono impegnato per migliorare la rete stradale bresciana – dalla Tangenziale sud alla Brebemi passando per le rotatorie che hanno contribuito alla forte riduzione degli incidenti stradali, fino ai 400 km di percorsi ciclabili realizzati.

In Regione mi sono prima dedicato allo sviluppo della montagna, grande risorsa del nostro Paese, e dell’agricoltura e poi ad aiutare la crescita del lavoro e delle imprese.
Ho proposto e fatto approvare la nuova Legge sul turismo, che è sempre di più uno dei grandi motori di sviluppo della Lombardia. Ho promosso iniziative per il sostegno economico delle imprese, soprattutto di quelle piccole e medie, commerciali, artigianali e industriali e dei professionisti e ho sollecitato la collaborazione delle associazioni di imprese e dei sindacati.

Ho imparato che la politica è un servizio che richiede in primo luogo forti ideali, e poi una chiara visione d’insieme dei problemi e degli obiettivi, capacità di ascolto, spirito di collaborazione e lavoro quotidiano. E, adesso, voglio portare in Europa l’impegno per un’Italia più forte che sia protagonista del cambiamento, e per aiutare la nostra economia e la nostra società a crescere in modo equilibrato e attento alla creazione di lavoro e ai bisogni delle persone.

Sì, voglio contribuire a cambiare questa Europa perché sia più attenta alla persona, alla famiglia, al lavoro e all’impresa.

L’Europa strumento di crescita. Per il mio, per il nostro Paese. Per l’Italia.

Vinitaly 2019 e Salone del mobile

🍷Vinitaly 2019 e Salone del Mobile 🛋

🍷Vinitaly 2019 e Salone del Mobile 🛋Lungo l'asse Milano-Brescia-Verona due eventi che tengono alta nel mondo la reputazione del #MadeinItaly 🇮🇹 , la nostra agricoltura e industria, la nostra economia. 👉🏻Attività da sostenere con ruolo attivo anche in Europa 🇪🇺#26maggio #ElezioniEuropee | Forza Italia

Posted by Mauro Parolini on Monday, April 8, 2019