Milano, 9 mag. – “Con l’approvazione di questo provvedimento salgono a 18 gli accordi di competitività deliberati dalla Giunta regionale e sostenuti finora con oltre 22 milioni di euro in grado di generare investimenti per 68 milioni, affermandosi sempre più come strumenti virtuosi di sinergia tra pubblico e privato in grado di rilanciare e rivitalizzare il nostro tessuto economico e produttivo”. È quanto ha dichiarato Mauro Parolini, assessore regionale allo Sviluppo economico, annunciando l’approvazione odierna da parte della Giunta, su sua proposta con il concerto dell’assessore all'Università, Ricerca e Open Innovation Luca del Gobbo, dello schema di accordo per la competitività che Regione Lombardia firmerà con le società Ekolon srl di Manerbio (Brescia).

NUOVE OPPORTUNITÀ – “Attraverso questo accordo in particolare – ha aggiunto l’assessore – impieghiamo più di 550mila euro per sostenere un progetto in grado di sviluppare nuove opportunità nel complesso industriale ex Agfa di Manerbio e di generare importanti ricadute nel mercato del recupero del PTFE dagli scarti di lavorazione e per le filiere ad esse collegata, oltre che fornire un’alternativa innovativa che non impatti negativamente sull’ambiente rispetto all’attuale processo, più costoso ed inquinante”.

TUTELA POSTI DI LAVORO – “Avendo seguito da vicino negli ultimi anni la vicenda riguardane Agfa Graphic, mi preme sottolineare che l’obiettivo più importante che si prefigge questo progetto – ha annunciato Parolini – è quello di tutelare e incrementare i livelli occupazionali che, comprendendo il reimpiego del personale dalle dipendenze di Agfa, potranno verosimilmente salire a 270 unità complessive entro 24 mesi”.

ACCORDI DI COMPETITIVITÀ – Gli Accordi di competitività sono strumenti negoziali che definiscono diritti e obblighi reciproci tra imprese, Regione ed Enti locali per rendere attrattivo il nostro territorio agendo su leve (semplificazione procedure, contributi per progetti di Ricerca e Innovazione, infrastrutture pubbliche, valorizzazione del capitale umano) che stimolino nuovi investimenti o favoriscano il mantenimento di quelli già esistenti.

CONTENUTI PROGETTO EKOLON SRL – Il piano industriale denominato "EKOLON AND RE-PROCESSED PTFE PROJECT " prevede la realizzazione di un impianto industriale per il recupero degli scarti di lavorazione del PTFE (politetrafluoroetilene), senza utilizzo di solventi organici, con il recupero e la purificazione delle emissioni gassose/liquide.
Il progetto si prefigge inoltre la salvaguardia e il mantenimento dei livelli occupazionali di Ekolon S.r.l., Polis s.r.l e Fluorseals S.p.A. (pari a 231 lavoratori dipendenti), oltre ad un incremento di 39 unità entro la fine del progetto (24 mesi).

CONTRIBUTO REGIONALE – Il costo totale complessivo del progetto è pari a euro 1.765.714,29 di cui contributo regionale concesso pari a euro 554.322,49.