Brescia, 22 mar. – L’assessore allo Sviluppo economico Mauro Parolini ha convocato questa mattina, presso l’Ufficio Territoriale di Brescia, il ‘Tavolo Competitività’ provinciale, al quale siedono le associazioni e gli stakeholder maggiormente rappresentativi del sistema imprenditoriale ed economico bresciano, oltre a Provincia, Camera di commercio e Comune di Brescia. All’ordine del giorno la presentazione e la condivisione delle prossime misure dell’assessorato in favore delle imprese e le questioni infrastrutturali del territorio.

MODALITÀ DI LAVORO INDISPENSABILE – “Questo confronto, molto concreto, partecipato e non formale, – ha commentato l’assessore Parolini al termine della riunione – è diventato una consuetudine molto utile per indirizzare le nostre scelte e per dialogare con la realtà produttiva della nostra provincia. È una modalità di lavoro indispensabile e improntata sulla convinzione che la crescita e gli strumenti che scegliamo per favorirla devono essere condivisi, sostenibili ed inclusivi, devono cioè produrre benefici e lavoro per tutti perché lo sviluppo sia duraturo”.

TRE NOVITÀ PER IL 2017 – “L’appuntamento odierno – ha spigato Parolini – è stato incentrato sulla presentazione delle tre più importanti iniziative in favore delle imprese e degli investimenti che caratterizzeranno il 2017: misure che prevedono un impegno di circa 400 milioni di euro per agganciare in modo sussidiario i primi segnali di ripresa e rendere più competitivo il tessuto economico”.

BRESCIA, AD OGGI INVESTIMENTI PER OLTRE 270 MILIONI – “Durante il mandato, in provincia di Brescia, – ha ricordato Parolini – abbiamo concesso contributi e incentivi per oltre 141 milioni di euro. Un impegno che dimostra la nostra vicinanza al tessuto produttivo in una delle province più importanti della Lombardia, che ha permesso di sviluppare oltre 270 milioni di investimenti negli ambiti del commercio, turismo, attività produttive e terziario”.

‘AL VIA’, 300 MILIONI PER MACCHINARI E STRUTTURE – “Una delle misure più importati dedicate alla imprese, la più consistente di questa legislatura, – ha annunciato l’assessore – è ‘AL VIA, un piano anti crisi dal valore di 300 milioni di euro per sostenere investimenti strategici come l’acquisto di macchinari ed immobili o per interventi strutturali e di riconversione e rilancio delle aree produttive. Il bando, che apriremo entro maggio, ha caratteristiche uniche in Italia e prevede un mix di finanziamenti agevolati, garanzia gratuita a carico di Regione Lombardia e contributi a fondo perduto a sostegno degli investimenti”.

TURISMO, 35 MILIONI DI EURO PER RIQUALIFICARE STRUTTURE RICETTIVE – “Apriremo poi un altro bando 35 milioni di euro, che – ha aggiunto Parolini – prevede la concessione di contributi a fondo perduto fino a 40mila euro per finanziare interventi di riqualificazione delle strutture ricettive gestite in forma imprenditoriale, dei bed & breakfast, dei bar e dei ristoranti”. “Questa misura – ha commentato Parolini – arriva alla fine di un anno straordinario per il turismo. Il 2016 rappresenta infatti l’anno del successo internazionale del Floating Piers sul Lago d’Iseo, l’anno dell’affermazione della nostra grande vocazione turistica e, soprattutto, l’anno della svolta politica e amministrativa che abbiamo voluto imprimere a questo settore, che è uno degli ambiti più promettenti e in crescita dell’economia lombarda”.

ATTRACT, FAVORIRE INVESTIMENTI SUL TERRITORIO – “Stiamo lavorando alla creazione di un nuovo ecosistema amico dell'impresa, una rete di accoglienza dove la Pubblica amministrazione non è vista come un ostacolo all'iniziativa imprenditoriale, ma come un fattore di efficienza in grado di facilitarla. Per questo – ha comunicato Parolini – abbiamo lanciato una misura specifica chiamata AttrAct sostenuto concretamente con 10 milioni di euro di risorse regionali. L’iniziativa prevede una sorta di contratto con 70 Comuni per attrarre investimenti produttivi, contare su tempi certi, accompagnare gli investitori e offrire oneri calmierati. È un intervento senza precedenti in Italia e vogliamo che rappresenti una vera opportunità di sviluppo economico e anche un chiaro segnale agli investitori per affermare che la Lombardia è il luogo ideale dove investire”.

TAV, NO A ACCELERAZIONE CONTROPRODUCENTE – Durante l’incontro è stata infine affrontata la questione infrastrutture e in particolare quella della Tav, su cui l’assessore ha ribadito che “l’accelerazione annunciata dal Governo non è sostenibile se non si chiariscono prima alcune questioni fondamentali ancora aperte come la realizzazione della fermata sul Garda, la qualità del servizio sulla linea storica e le richieste di riduzione dell’impatto sul territorio che abbiamo avanzato”.

“Quest’opera – ha aggiunto Parolini – non deve infatti diventare un corpo estraneo, ma un’infrastruttura utile anche ai territori che attraversa e l’accorciamento dei tempi di lavoro rischia paradossalmente di essere controproducente”.

SPIRITO CRITICO E COLLABORATIVO – “Attraverso i loro interventi i presenti hanno condiviso l'impostazione del lavoro della Regione, da punti di vista diversi ma convergenti e con proposte operative da cui si trarranno utili indicazioni per l'attività dell'assessorato. Lo spirito critico e collaborativo del tavolo – ha concluso l'assessore – indica la modalità con cui in Lombardia devono essere affrontate le sfide del futuro che si possono vincere solo insieme”.

COMPOSIZIONE DEL TAVOLO COMPETITIVITÀ – Acb, Ance, Associazione Albergatori Bresciani, Associazione Artigiani, Associazione Industriale Bresciana, Associazione Ristoranti E Trattorie – ARTHOB, Assopadana, Camera Di Commercio Di Brescia, Cdo, Cgil, Cia Est Lombardia, Cisl, Cna, Coldiretti, Comune Di Brescia, Confagricoltura, Confapi, Confartigianato, Confcommercio, Confcooperative, Confesercenti, Consorzio Franciacorta, Consorzio Garda, Fai Autotrasportatori, Federalberghi, Fondazione San Benedetto, Legacoop Brescia, Provincia Di Brescia, Talentgarden, Ugl, Uil.

ALTRE NOVITÀ PER IL 2017

START UP – Misura con una dotazione iniziale da 25 milioni di euro finalizzata alla valorizzazione delle start up ad alto potenziale di crescita e delle imprese emergenti, che prevede un mix di fondo perduto per l’acquisizione di servizi per l’innovazione tecnologica, strategica e commerciale, per la promozione, comunicazione, gestione e amministrazione e strumento finanziario per potenziare il ricorso al mercato dei capitali di rischio attraverso il coinvolgimento di operatori.

FINANZA & E-COMMERCE – Bando da 5 milioni di euro aperto da aprile per sostenere l’export delle imprese lombarde, che prevede contributi per favorire il loro accesso ai canali e-commerce come ulteriore opportunità di vendita  e facilitare la ricerca degli strumenti finanziari e assicurativi più efficaci per sostenere il proprio business sui mercati esteri.

SOSTEGNO IMPRESE COOPERATIVE – Fondo da 10 milioni di euro per il sostegno al credito rivolto alle imprese cooperative.