Rho-Pero/Mi, 25 feb. – “Il parco del Vittoriale e l’Isola del Garda rappresentano due eccellenze a livello internazionale, che sono state valorizzate nel tempo attraverso una serie di azioni lungimiranti. E i numeri importanti di visitatori e turisti raccontano una fruibilità che è frutto proprio di un lavoro complesso e raffinato che ha prodotto qualità, valore aggiunto e benefici per tutta la filiera coinvolta”. Così Mauro Parolini, assessore allo Sviluppo Economico di Regione Lombardia, intervenendo oggi ad una tavola rotonda dal titolo “Giardini e parchi museo. Quando il bene culturale diventa reddito” moderata da Giordano Bruno Guerri, presidente della Fondazione Il Vittoriale degli Italiani, nell’abito della seconda edizione di Myplant & Garden, il Salone internazionale del verde ospitato nei padiglioni di Fiera Milano a Rho.

QUALITÀ AMBIENTALE GARDA – “Il Garda – ha aggiunto Parolini – ha una qualità ambientale di prim’ordine, frutto di uno dei primi interventi di ingegneria naturalistica in Italia, che hanno reso quest’area affascinante e  attraente per i turisti. Quando una destinazione è oggetto di interventi attenti dal punto di vista naturalistico e ambientale, non aumentano solo la i benedici economici, ma anche la qualità della vita per i residenti e i cittadini”.

ILLUMINAZIONE VITTORIALE – “Regione Lombardia è impegnata in modo sussidiario a sostenere questa prospettiva e a creare sinergie sul territorio. Già prima dell’estate – ha annunciato l’assessore – vedremo ad esempio la realizzazione della prima fase del progetto di illuminazione del Vittoriale nato con il presidente della fondazione, Giordano Bruno Guerri, e che, rendendolo visitabile anche la sera  costituirà un vero e proprio salto di qualità per il Vittoriale in termini di fruibilità, autopromozione, visibilità ed aumento degli accessi”.

RICADUTE SU FILIERA LOCALE – “Questo – ha ricordato infine Parolini – è un intervento attento ed armonico, per la cui realizzazione sono impiegati complessivamente oltre 680mila euro grazie all’impegno della Fondazione il Vittoriale degli Italiani e al supporto prezioso di A2A, che migliora e completa in modo definitivo la fruizione dei visitatori e che rafforza il legame tra cultura, arte e turismo e la sinergia virtuosa tra enti ed istituzioni. Saranno inoltre evidenti e positive anche le ricadute sulla filiera del turismo e sull’economia locale”.