Milano, 2 feb. – “Finalmente è stato ristabilito un contesto di legalità grazie all’azione puntuale e tempestiva del Prefetto e delle Forze dell’Ordine, a cui voglio rivolgere un sentito ringraziamento per l’operazione svolta in mattinata”. Così Mauro Parolini, desenzanese, assessore allo Sviluppo Economico di Regione Lombardia, commentando lo sgombero dello stabile di proprietà comunale nell’area della Spiaggia d’Oro a Desenzano avvenuto stamani.

“Nonostante la distrazione e la timidezza con cui l’amministrazione comunale ha affrontato questa questione, ora che la situazione è rientrata in un quadro di legittimità – ha aggiunto Parolini – ci aspettiamo che quest’area possa tornare quanto prima ai cittadini e ai turisti che visitano la nostra città”.
“Dopo questo grave inciampo e il ritardo nella valorizzazione di un'area cruciale per il turismo desenzanese, che si somma al pasticcio del nuovo piano dei plateatici, è necessario operare una seria e condivisa azione di valorizzazione turistica di Desenzano, che coinvolga in primo luogo operatori e cittadini e che trovi – ha concluso l’assessore – nello sgombero della Spiaggia d'oro un simbolico punto di ripartenza e un nuovo inizio”.