Milano, 26 set. – “Regione Lombardia guarda con grande attenzione al sistema fieristico con l’obiettivo di contribuire a renderlo sempre più competitivo, perché costituisce un fattore prioritario per lo sviluppo dell’economia regionale, per la crescita e la promozione internazionale delle nostre imprese e dei prodotti lombardi”. Così Mauro Parolini, assessore al Commercio, Turismo e Terziario di Regione Lombardia, commentando l’approvazione da parte della Giunta della delibera, in concerto con l’assessore Melazzini, che introduce nuove determinazioni per l’attuazione del “Piano d’azione 2014–2017 per il sistema fieristico lombardo, motore di innovazione e competitività”.

Il provvedimento prevede  inoltre un aumento di 700mila euro della dotazione finanziaria a supporto del “Bando per l’innovazione e l’internazionalizzazione del sistema fieristico lombardo”.

“Oltre a rappresentare un strumento di proiezione delle imprese sui mercati internazionali, soprattutto in relazione della micro o piccola dimensione prevalente nella nostra struttura produttiva, il sistema fieristico – ha commentato Parolini – è anche un importante motore di attrattività del territorio”.

“I nostri obiettivi sono infatti molteplici: non solo ci muoviamo per favorire e sostenere in maniera sussidiaria, con un impegno economico rinnovato, la progettazione di nuove fiere, a favorire l’innovazione e la qualità dei servizi offerti dai quartieri fieristici, ma anche – ha sottolineato Parolini – per valorizzare la grande potenzialità che le manifestazioni fieristiche possono esprimere nella promozione integrata dell’attrattività e del turismo made in Lombardia”.

“Abbiamo quindi rivisto i criteri di partecipazione al bando – ha concluso Parolini – proprio per favorire maggiormente la presentazione di progetti orientati ad una maggiore integrazione fra promozione delle fiere e del territorio lombardi, affinché il sistema fieristico diventi anche parte integrante di una politica regionale di marketing territoriale più efficace”.

SOGGETTI DESTINATARI –  I soggetti destinatari saranno gli organizzatori fieristici e i quartieri fieristici di proprietà interamente pubblica.

INTERVENTI PREVISTI – Tra i nuovi interventi previsti : il sostegno alla progettazione e al lancio di nuove manifestazioni fieristiche; azioni di incoming e interventi di qualificazione delle manifestazioni  fieristiche internazionali e nazionali mirati a migliorare l’offerta di servizi alle imprese; iniziative di promozione di filiera sui mercati internazionali e iniziative fieristiche promosse dagli operatori lombardi sui mercati esteri; iniziative di promozione integrate dell’attrattività e del turismo lombardo e interventi per migliorare la qualità dei quartieri fieristiche di livello internazionale, nazionale e regionale. La nuova delibera prevede anche la revisione dei criteri prioritari e di valutazione, nonché dei relativi punteggi, allo scopo di consentire una valutazione più analitica delle proposte progettuali.