Milano, 9 feb. – “Valore è la parola chiave di questo concorso, perché descrive in maniera sintetica ed efficace quello che rappresentano le attività commerciali per la vitalità dei centri urbani e quanto esse siano fattori fondamentali in grado di definire l’attrattività della nostra regione”. È quanto ha dichiarato stamane Mauro Parolini, assessore regionale allo Sviluppo Economico, annunciando l’apertura di ‘Negozi di Valore’, il concorso a premi promosso da Regione Lombardia, in collaborazione con Unioncamere Lombardia, rivolto ai negozi e alle reti di attività commerciali che si sono distinti per la capacità di generare attrattività con iniziative di marketing, strategie di vendita innovative o attraverso la storicità e la tipicità dell’attività.

FAR EMERGERE BEST PRACTICE – “Con questa iniziativa, che mette in palio ben 22 premi da 2000 a 8000 euro, ci impegniamo a valorizzare le migliori idee di chi, nel silenzio, attraverso la propria attività, contribuisce ad accrescere l’interesse turistico e la competitività del territorio in cui opera, sia esso una grande città, un singolo quartiere oppure un picciolo centro urbano.  È questo un modo per premiare l’originalità e la grande professionalità degli imprenditori del settore, ma – ha sottolineato l’assessore – anche per far emergere le best practice, in modo che esse possano costituire un modello replicabile anche per altre realtà lombarde del commercio al dettaglio”.   

ATTRATTIVITÀ INTEGRATA –  “Questo concorso è quindi aperto a chi ha saputo fare rete e creare percorsi, itinerari di shopping, filiere di prodotto legate al territorio e iniziative promozionali, puntando sulla creatività, l’arte, l’attenzione alla bellezza o anche attraverso la promozione di esperienze ecosostenibili e di valore sociale. Abbiamo individuato ben dieci categorie – ha aggiunto Parolini – proprio per includere il maggior numero di soggetti e per sottolineare il valore dell’integrazione e dell’innovazione su cui Regione Lombardia sta puntando nelle proprie politiche legate al turismo, al commercio e al mondo delle imprese”.

IMPEGNO REGIONE PER COMMERCIO – “Negozi di Valore è infatti inserito in un ampio contesto di iniziative e di incentivi economici che l’assessorato allo Sviluppo economico ha messo in campo per il settore del commercio sul fronte della lotta alla contraffazione, all'abusivismo e alla desertificazione commerciale, per il sostegno di interventi specifici di riqualificazione egli esercizi commerciali e per la sicurezza dei negozi, che sono sempre più esposti alla microcriminalità, oppure – ha concluso l’assessore – per lo sviluppo del franchising e la valorizzazione dei negozi storici”.

LE CATEGORIE DI PREMIO – ‘Negozi di Valore’ prevede dieci categorie di premio: FILIERA DI VALORE  – Reti tra negozi, artigiani e produttori locali nell’ambito di specifiche filiere di prodotto (es. filiera delle carni o filiera del pane: dall’allevamento o dalla coltivazione, alla vendita al dettaglio); SHOPPING DI VALORE –  Reti tra negozi finalizzate alla promozione di itinerari di shopping; DISTRETTI DI VALORE – Reti tra negozi e artigiani appartenenti ai medesimi ambiti urbani (strade, piazze, borghi e quartieri storici o emblematici del commercio) o ai Distretti Urbani del Commercio; BRAND DI VALORE – Iniziative di marketing e immagine coordinata di successo, offerta di servizi al cliente ad elevato valore aggiunto, iniziative di promozione territoriale mediante la figura del negoziante testimone – narratore del territorio; INNOVAZIONE DI VALORE –  Politiche e modalità di vendita che utilizzano tecnologie innovative: marketing digitale, anche mediante siti web, concept e spazi creativi, multicanalità, nuove tecnologie; LEGACY DI VALORE –  Capacità di operare con successo nella trasmissione d’impresa, garantendo la continuità, il passaggio generazionale, ma anche l’innovazione dell’attività commerciale; START UP DI VALORE –  Livello e velocità di crescita di un’attività commerciale. Start up dinamiche e di successo; IMPEGNO SOCIALE DI VALORE –  Responsabilità sociale di impresa determinata da modalità e principi adottati nell’attività di vendita (es. accoglienza e attenzione a categorie speciali di clienti come disabili, anziani, famiglie numerose e minori), partecipazione a iniziative di educazione al consumo o di recupero delle giacenze di prodotti per il riuso, partecipazione a reti sociali o di quartiere; ECOSOSTENIBILITÀ DI VALORE  – Ecosostenibilità, riduzione dei consumi energetici dei punti vendita, modalità di rapporto con produttori, fornitori e consumatori che valorizza il territorio lombardo, la sostenibilità ambientale e la vendita di prodotti biologici o ecocompatibili; ARTE DI VALORE – Bellezza e originalità dei palinsesti, degli eventi, degli arredi, delle vetrine e degli allestimenti, anche in relazione al rapporto con la letteratura, lo spettacolo, il cinema, la musica, la cultura e l’arte in generale.

PREMI – In relazione al montepremi di 80.000 euro, saranno conferiti 22 premi, dal 1° al 22° classificato, in ordine di graduatoria. Il valore del premio potrà variare in relazione al punteggio conseguito dai candidati da un minimo di 2.000 euro ad un importo massimo di  8.000, a cui deve essere applicata la ritenuta d’imposta del 25% ai sensi dell’art. 30 del DPR 600/1973.

TEMPI  E MODALITÀ PARTECIPAZIONE – Le imprese commerciali, in forma singola o associata, possono presentare la propria candidatura dal 7 marzo al 15 aprile 2015, descrivendo e documentando esperienze, attività svolte, iniziative intraprese, impatti e risultati conseguiti. Per approfondire i contenuti del concorso e le modalità di partecipazione è possibile consultare il sito dedicato http://negozidivalore.in-lombardia.it/