Milano, 3 mar. – “Abbiamo destinato oltre 850mila euro alle fiere lombarde per cofinanziare i loro progetti di innovazione dell’offerta, ammodernamento delle strutture, promozione di nuove iniziative e di rilancio di manifestazioni esistenti, ma anche per fare in modo che diventino protagoniste nella promozione del turismo regionale”. È quanto ha dichiarato stamane l’assessore allo Sviluppo economico di Regione Lombardia Mauro Parolini, annunciando gli esiti del bando regionale rivolto agli organizzatori di manifestazioni e proprietari e gestori di quartieri fieristici che vede tra i beneficiari Fiera Milano, Cremona, Lariofiere, Bergamo, Belgioioso, Gonzaga, Brescia, Montichiari, Malpensa Fiere e MiCo Milano. 

FIERE FATTORE DI SVILUPPO – “Con questo bando – ha dichiarato l’assessore – continua l’impegno di Regione Lombardia per accrescere la competitività del sistema fieristico, che costituisce ancora un fattore primario per lo sviluppo dell’economia regionale, per la crescita e la promozione internazionale delle nostre imprese e dei prodotti lombardi”.

PROMOZIONE TURISTICA – “Le fiere – ha aggiunto Parolini – oltre a rappresentare uno strumento di proiezione delle imprese sui mercati internazionali, soprattutto in relazione alle micro e piccole imprese, dimensione prevalente nella nostra struttura produttiva, sono inoltre un importante veicolo di promozione della nostra ricchissima offerta turistica. E per questo stiamo lavorando affinché il sistema fieristico possa affermarsi come parte integrante di una politica regionale di marketing territoriale più efficace nella promozione dei territori di riferimento e del turismo made in Lombardia”.

PREMIALITÀ PROGETTI – “Per valorizzare anche questa caratteristica – ha spiegato l’assessore – abbiamo infatti pensato di introdurre in questo delle premialità aggiuntive per i progetti che tengano conto di questo aspetto. E i quartieri fieristici hanno saputo rispondere con grande dinamismo e originalità anche con progetti di promozione turistica in grado di svelare ai visitatori le eccellenze e la bellezza dei territori coinvolti”.

LE LINEE DI INTERVENTO – La misura prevedeva 3 linee di intervento principali per finanziare: l’innovazione dell’offerta, intesa come creazione di manifestazioni nuove o rilancio di manifestazioni esistenti con un nuovo format; la promozione delle manifestazioni, tramite eventi, roadshow e campagne media e con l’attrazione di buyer qualificati; gli interventi di ammodernamento infrastrutturale e tecnologico dei quartieri. A queste tre linee se ne aggiunge una quarta trasversale per finanziare proposte di fruizione turistica e commerciale del territorio e la promozione dell’offerta turistica per favorire il prolungamento del soggiorno e/o il ritorno in Lombardia dei partecipanti alle manifestazioni fieristiche.