Milano, 24 giu. – “Quello compiuto da Marchesi, icona globale dell’alta cucina, Maestro per eccellenza nella ristorazione e profondo conoscitore della varietà del territorio lombardo, è un viaggio che centra in pieno gli obiettivi che ci eravamo prefissati. Nell’Anno del Turismo lombardo, questo progetto diventa a pieno titolo una delle iniziative più importanti di comunicazione turistica in questo ambito, un moderno ed autorevole patrimonio di promozione in grado di conquistare un mercato di viaggiatori sempre più attratto da esperienze uniche”. È quanto ha dichiarato stamane Mauro Parolini, assessore regionale allo Sviluppo economico, intervenendo alla conferenza stampa di presentazione del progetto ‘Sapore #inLombardia. In viaggio tra gusto e arte con Gualtiero Marchesi’, l’iniziativa di promozione del turismo enogastronomico di Regione Lombardia ed Explora realizzata dallo chef lombardo.

PATRIMONIO DI ATTRATTIVITÀ – “Due stranieri su tre oggi scelgono di visitare l’Italia anche per il suo cibo: la Lombardia – ha continuato Parolini – non è ancora una destinazione turistica consolidata in questo ambito, ma lo sarà presto. Qui la ristorazione e le produzioni alimentari continuano a creare eccellenza tra tradizione e modernità, e questo patrimonio costituisce un formidabile elemento di attrattività che il maestro Marchesi è riuscito a raccontare, fondendolo anche con l’arte, con particolare efficacia”.

SETTE ITINERARI ENOGASTRONOMICI – “Il lungo percorso di Marchesi attraverso la regione, che si intreccia con la narrazione delle peculiarità artistiche e culturali locali narrato dalla critica d’arte Beba Marsano, – ha spiegato l’assessore – è culminato nella produzione di sette video esperienziali, sette itinerari enogastronomici attraverso le tradizioni, i sapori, i profumi, l’accoglienza e l’arte che racchiudono le nostre province. I video toccano in particolare Milano, Bergamo e le Valli, Cremona e Mantova, la Valtellina, la Franciacorta e il Lago di Garda, la Brianza e Pavia, il Lago di Como e Varese”.

SITO WEB DEDICATO – “Questo progetto è anche un formidabile esercizio di recupero della consapevolezza della ricchezza della nostra offerta e valorizza il legame tra turismo ed enogastronomia quale chiave d’accesso più autentica e diretta per entrare in contatto con l’essenza e la storia di un territorio. I video, con le interviste, i racconti e le ricette raccolte – ha concluso Parolini – saranno pubblicati sul sito web sapore.in-lombardia.it con tutte le altre iniziative di comunicazione legate al progetto”.