Londra, 8 nov. – “Le città d’arte e la ricca offerta enogastronomica della Lombardia saranno le protagoniste nei nostri spazi a questa edizione del WTM, che confermerà la Lombardia come una delle destinazioni più attraenti, complete ed interessanti d’Italia”. È quanto ha dichiarato stamane Mauro Parolini, assessore regionale allo Sviluppo economico, durante una conferenza stampa con i media inglesi convocata in occasione della sua visita agli spazi di Regione Lombardia nello stand di ENIT, l’Agenzia Nazionale del Turismo, al World Travel Market di Londra, una delle più importanti fiere internazionali business-to-business dedicate al turismo.

“Da regione conosciuta in Italia e all’estero per il ruolo di leadership economica – ha spiegato Parolini – la Lombardia si sta infatti rivelando anche come una grande meta turistica, facendo registrare negli ultimi anni aumenti a doppia cifra in termini di arrivi e presenze. Un trend di crescita sostenuto dalla forte accelerazione che abbiamo impresso al turismo durante questa legislatura: c’è una nuova legge, un impegno economico di oltre 60 milioni di euro per valorizzarlo, un nuovo modo di gestirlo e soprattutto una più moderna ed organica strategia di promozione grazie ad Explora, che è diventata a pieno titolo la nostra Destination Management Organization”. 

“Qui a Londra – ha sottolineato l’assessore – presentiamo due importanti progetti di valorizzazione turistica: uno, ‘Cult City’, che interessa i capoluoghi di provincia della regione, una delle componenti più significative e preziose della nostra attrattività turistica, e che accende i riflettori sul loro straordinario patrimonio storico, culturale, architettonico e artistico attraverso progetti di rilancio e promozione cofinanziati da Regione ed Enti locali; l’altro, ‘Sapore inLombardia, che riguarda il turismo enogastronomico e che stiamo sviluppando con una partnership strategica insieme a Fiera Milano”.

“Lo sviluppo di questi due progetti insieme con quelli sul cicloturismo, i laghi e il turismo green – ha concluso Parolini – renderà più visibile e competitiva la nostra offerta in questi ambiti esperienziali nel grande mercato globale e darà ad un pubblico di turisti e viaggiatori sempre più esigenti e attratti da esperienze uniche le giuste motivazioni per visitare la Lombardia. Il grande lavoro di integrazione dei servizi turistica e della promozione che stiamo portando avanti da tempo sta producendo risultati straordinari”.