Milano, 27 lug. – “Il bando che abbiamo promosso a favore delle organizzazioni lombarde del commercio equo e solidale ha permesso di finanziare otto progetti, interventi per oltre 400mila euro in formazione, educazione al consumo, organizzazione e partecipazione a fiere e valorizzazione dei prodotti sul mercato per il rafforzamento dei canali di vendita”. Così Mauro Parolini, assessore allo Sviluppo economico di Regione Lombardia, annunciando i risultati del bando regionale dedicato al commercio equo e solidale.

PRIMA INIZIATIVA DI REGIONE LOMBARDIA – “Si tratta della prima iniziativa concreta di Regione Lombardia rivolta a questo mondo, sostenuta nel caso specifico da un impegno economico di quasi 190mila euro, che – ha spiegato l’assessore – segue l’istituzione della la Consulta regionale per il Commercio equo e solidale, nata per valorizzare, con un approccio condiviso e sistematico, le prerogative sociali e i valori di questo settore e per supportarci nell’attuazione degli interventi previsti dalla legge approvata dal Consiglio regionale lo scorso anno”.

VALORE AGGIUNTO – “Il commercio equo e solidale – ha aggiunto infine Parolini – si sta sviluppando come un importante valore aggiunto per i consumatori e per l’economia regionale che vogliamo continuare a valorizzare. La crescita di questa modalità di commercio, che punta sull'equità dei prezzi, sulla tutela dei piccoli produttori, sulla filiera corta, sia nei confronti dei paesi emergenti che dei nostri produttori, va di pari passo all’attenzione e alla consapevolezza dei cittadini e rappresenta una ricchezza che può coniugarsi sempre di più con la grande professionalità del tessuto del commercio tradizionale”.

I progetti finanziati da Regione Lombardia:

  • “Tuttaunaltracosa – Fiera Nazionale del Commercio Equo e Solidale”, proposto dalla Cooperativa Karibuny (Castello di Brianza/Lc) in collaborazione con Equomercato, Ad Gentes e Isola Solidale APS. Il progetto è finalizzato all’organizzazione nel 2017 a Milano della XXIII edizione della Fiera, che ha toccato in questi anni le principali città italiane e che costituisce un punto di riferimento consolidato per la promozione delle buone pratiche di consumo sostenibile e le storie dei produttori del Sud del Mondo.
  • Due progetti “Carovana” proposti da Nazca – Mondoalegre (Albiate/MB),  in collaborazione con Amandla, Mariposa, Shongoti, La Bottega della Solidarietà, Villaggio Globale, Il Sandalo e Sotto lo stesso cielo; e dalla Coop. Nuova Solidarietà (Clusone/Bg), in collaborazione con Chicomendes, Nonsolonoi e Il Mappamondo. Gli interventi propongono un percorso coordinato di proposte in diverse tappe (mostre, proiezioni cinematografiche, laboratori e seminari e attività nelle scuole), che coprono l’intero territorio regionale per l’informazione e la sensibilizzazione dei cittadini e dei consumatori sui temi del consumo critico e dell’economia sostenibile.
  • “Promozione della filiera delle spezie” del Commercio Equo e solidale, proposto dalla Cooperativa Karibuny (Castello di Brianza/Lc)  in collaborazione con  Variopinto , Macondo e Ad Gentes. L’intervento ha come obiettivo la realizzazione di una campagna di comunicazione per la creazione di una rete di distribuzione e commercializzazione di prodotti food a base di spezie e per il loro inserimento in attività di somministrazione.
  • “Conosci e racconta il commercio equo,” promosso da Equo mercato (Cantù) in collaborazione con Garabombo, Il Seme, Il Sandalo e Macondo. Il progetto propone l’attivazione di un percorso rivolto in particolare agli studenti delle scuole superiori dei territori provinciali di Bergamo, Como, Monza e Varese, attraverso momenti di informazione e con il coinvolgimento diretto degli studenti nella realizzazione di percorsi video di promozione e divulgazione adatti alla comunicazione digitale.
  • “Identità è … partecipazione”, proposto dalla Cooperativa La Siembra (Crema), in collaborazione con le cooperative Amandla e Garabombo. Il progetto prevede un percorso formativo per trenta operatori del commercio equo e solidale con l’obiettivo di sostenerne la motivazione e la comunicazione per il benessere organizzativo e il clima di collaborazione all’interno e all’esterno delle Organizzazioni coinvolte.
  • Direct Marketing promozione dei prodotti equosolidali in Lombardi, proposto da Chico Mendes (Milano) in collaborazione con Nazca-Mondoalegre, Nuova solidarietà e Nonsolonoi. L’intervento nasce per diffondere la conoscenza del caffè e di altri prodotti del commercio equosolidale  e delle Botteghe del Mondo di Milano, Monza, Cremona e Bergamo, tramite eventi, degustazioni, comunicazione tradizionale e tramite il web.
  • “Il Panettone che cambia”, promosso dalla Cooperativa Variomondo (Limbiate/MB), in collaborazione con Mondi Possibili Onlus e Isola solidale APS. Il progetto prevede la realizzazione di laboratori nelle Scuole primarie e secondarie delle province di Milano, Varese, Como e Monza per promuovere il commercio equo e solidale a livello scolastico e veicolare al contempo le storie dei produttori di tutto il mondo.