VOUCHER-SANITÀ

PDL: “Migliorare l’uso dei voucher senza limitare la libertà di scelta”

Milano, 11 luglio 2013 – “La libertà delle persone e delle famiglie nell’uso dei voucher socio-sanitari non è in discussione né mai lo sarà.” Questo il commento del gruppo consiliare del Popolo della Libertà, agli articoli apparsi oggi sull’Ordine del Giorno approvato martedì in Consiglio che metteva a tema una revisione e un miglioramento dello strumento del voucher nel sociosanitario.

“Sia nel PRS sia nel programma elettorale – continuano i consiglieri del Pdl – abbiamo voluto chiarire e ribadire la centralità e l’inviolabilità del principio della libertà di scelta, un principio che l’Ordine del Giorno non mette in discussione ma al contrario lo conferma andando unicamente a sottolineare la necessità di migliorare lo strumento dei voucher e la volontà di rafforzare il ruolo e il compito dei Comuni e delle Asl.”

“Se invece – proseguono – la volontà di qualcuno è quella di mettere in discussione questo principio e questi strumenti, sappiano che il Gruppo del Pdl non potrebbe mai accettare di tornare a quel sistema statalista e centralista che Regione Lombardia ha saputo smantellare negli ultimi 18 anni di buon governo e che non appartiene alla nostra cultura.”

“Dubitiamo – concludono i consiglieri del Pdl – che l’Assessore Cantù e il Presidente Maroni vogliano compiere questo passo indietro, e anzi siamo certi che vorranno proseguire con noi sulla strada di una reale valorizzazione della libertà di scelta, che in Regione Lombardia coinvolge già il sistema sanitario e socio sanitario oltre a quello scolastico con il Buono Scuola.”