Milano, 19 mag. – “Abbiamo scelto di promuovere e sostenere concretamente questa iniziativa, mettendo a disposizione complessivamente 150mila euro per supportare le attività legate al contest e finanziare sei premi per un totale di 120mila euro destinati agli aspiranti imprenditori, con l’obiettivo di favorirne una più ampia partecipazione e di valorizzarne gli obiettivi”. È quanto ha dichiarato Mauro Parolini, assessore allo Sviluppo di Regione Lombardia, intervenendo alla presentazione dell’edizione 2016 di StartCup Lombardia, la business plan competition territoriale nata nel 2003 su iniziativa del Politecnico di Milano, in accordo con le altre università lombarde, che premia la costituzione e lo sviluppo di nuove imprese (start-up).

SOSTENERE ESPERIENZE POSITIVE – “È questa una delle azioni che stiamo mettendo in campo nell’ambito delle start up in una nuova logica sussidiaria e di corresponsabilità. È nostro obiettivo – ha spiegato Parolini – inaugurare una modalità concreta di collaborazione pubblico-privato, sostenendo le migliori iniziative che promuovono la cultura d’impresa e mettendo in rete tutti quei soggetti e le esperienze positive di incubatori e marketplace, associazioni e Università lombarde per valorizzare le loro funzioni, senza sostituirci ad essi”.

ECOSISTEMA DI SVILUPPO DURATURO – “Negli ultimi anni abbiamo infatti assistito alla nascita di molte start up: buona parte di esse – ha sottolineato l’assessore – si è tuttavia spenta nel giro di poco per svariati motivi, dalla mancanza di fiducia e formazione all’assenza di capitale di rischio esterno. Siamo pertanto impegnati ad accrescere l’efficacia delle misure di sostegno a questo tipo di business, favorendo la creazione di una vera e propria catena della nuova impresa, che leghi tutti gli elementi che definiscono un ecosistema di sviluppo duraturo: incubatori e spin-off, università, business angels, crowdfunder e fondi di venture capital.  Per quest’ultimi, in particolare, stiamo lavorando ad un accordo con il Fondo Europeo per gli Investimenti (FEI)”.

PIANO DA 80 MILIONI PER START UP – “Premiare le migliori idee imprenditoriali, dare ossigeno e visibilità alle start up con il più alto potenziale innovativo e di sviluppo economico, affermando anche il loro valore esemplare, – ha concluso Parolini – diventa quindi un’azione che si inserisce in modo coerente nel piano da 80 milioni che abbiamo dedicato al sostegno delle start up lombarde, per il quale abbiamo già stanziato 30 milioni di euro per una prima misura chiamata ‘Intraprendo’, che si rivolge in particolare a quelle iniziative imprenditoriali intraprese da giovani e da over 50 che rischiano di uscire dal mondo del lavoro”.