CRISI. 200 MILA EURO IN PIÙ AL BANCO ALIMENTARE 

PAROLINI (NCD): "SOSTEGNAMO CHI DA UNA RISPOSTA CONCRETA ALLE FAMIGLIE"

 

Milano, 17 dicembre 2013 – "In questo momento di grave crisi economica è necessario rispondere in modo concreto all'emersione delle nuove povertà a partire da quella alimentare. Per questo abbiamo chiesto di aumentare di 200 mila euro i fondi a favore del Banco Alimentare". Con queste parole il capogruppo del Nuovo Centrodestra, Mauro Parolini, ha commentato la scelta del suo Gruppo di presentare un emendamento, approvato dal Consiglio, che aumenta le risorse destinate alla lotta alla povertà alimentare da 500 a 700 mila euro, aumentando i fondi stanziati nell'anno passato.

 

"Nel 2006 Regione Lombardia – continua Parolini – aprì una strada innovativa nel panorama italiano, assumendo il contrasto alla povertà alimentare come bisogno centrale e il Terzo Settore come soggetto privilegiato per un intervento in materia. Una scelta che fa proprio quel modello di sussidiarietà alla base dell'eccellenza in campo sociale del nostro territorio".

 

L'ultima edizione della Colletta Alimentare organizzata dalla Fondazione Banco Alimentare Onlus ha portato alla raccolta di 3.037 tonnellate di alimenti, con il coinvolgimento di oltre 135 mila volontari. Il cibo raccolto verrà distribuito a oltre 8.800 strutture caritatevoli che assistono ogni giorno quasi 2 milioni di persone.

 

"Oggi più che mai – conclude il capogruppo del Nuovo Centrodestra – è necessario intervenire su due ambiti la ripresa economica e occupazionale e il sostegno ai nuovi bisogni emergenti. Questo ci ha portati a chiedere l'aumento delle risorse stanziate su un emergenza e su un'iniziativa che in questi anni si è dimostrata un successo moltiplicando il valore dei fondi stanziati. Una risposta anche alla più grave povertà quella di relazioni che oggi è sempre più emergente".