Giornale di Brescia 20 Dicembre 2009
 
I contraccolpi della crisi sulla libera professione e le possibilità di accesso al mondo professionale per gli architetti «under 40». Il tema è stato al centro della relazione che il presidente dell’Ordine degli Architetti della provincia di Brescia, Paolo Ventura, ha tenuto nell’assemblea annuale svoltasi a Castello Malvezzi per fare il punto sull’attività svolta dal Consiglio direttivo nel 2009, con il segretario Laura Dalé e il tesoriere Luigi Scanzi, che ha illustrato i bilanci consuntivo dell’anno in corso e il preventivo del 2010.
«Nell’assemblea dello scorso anno iniziavamo il capitolo sulle prospettive del 2009 con uno sguardo preoccupato – ha detto Ventura -. Si temeva l’aggravamento della crisi. Purtroppo l’anno in corso ha confermato i nostri timori: architetti e ingegneri sono le categorie più esposte, per la caduta dell’edilizia e del settore metalmeccanico. Si impongono iniziative rivolte alla riaffermazione del ruolo sociale ed economico della figura dell’architetto, capace di fornire alla società strumenti per il superamento della crisi». Oltre al presidente Ventura sono intervenuti anche l’assessore all’Urbanistica del Comune, Paola Vilardi e l’assessore provinciale ai Lavori pubblici Mauro Parolini; il presidente della Consulta regionale dell’Ordine degli Ingegneri, Sandro Mossi e la presidente dei Giovani Architetti, Eliana Terzoni. Il segretario del Consiglio nazionale degli Architetti, Luigi Mirizzi, ha affrontato la questione della «qualità» dell’architettura: «È necessario un impegno delle Pubbliche amministrazioni, affinché la qualità architettonica sia messa al primo posto; bisogna che il cittadino stesso pretenda tale qualità. Ovviamente ciò significa non solo dare forma a un’opera bella da vedere, ma che s’inserisca adeguatamente nel contesto urbano». Con gli Architetti bresciani è stato instaurato «un dialogo e un confronto costruttivo». Lo hanno sottolineato gli assessori Vilardi e Parolini. «Chi amministra deve dare risposte precise ai cittadini, anche riguardo alle linee guida del Piano di governo del territorio» ha detto Vilardi. 
L’Ordine degli Archite
tti di Brescia conta attualmente 2.257 soci. In conclusione dell’assemblea si sono svolte le premiazioni dei colleghi con anzianità trentennale e quarantennale d’iscrizione all’Albo professionale.
Anita Loriana Ronchi