Milano, 02 apr. – "La prima cosa che stiamo facendo da tre anni è ripatire con la politica turistica della Regione: questo significa soprattutto creare opportunità per fare sistema perché abbiamo grandi risorse, alcuni brand molto conosciuti come Milano, il lago di Garda e il lago di Como, ma abbiamo anche enormi potenzialità ancora da esprimere: le nostre città d'arte, il cicloturismo, i laghi in generale, la montagna". È il quadro tracciato dall'assessore allo Sviluppo economico della Regione Lombardia Mauro Parolini in occasione dell'inaugurazione della Borsa Internazionale del Turismo che da quest'anno è tornata nei padiglioni di Fieramilanocity.

CRESCITA DEL 15 PER CENTO IN TRE ANNI – "Negli ultimi tre anni abbiamo avuto un incremento di oltre il 15 per cento dei turisti nella nostra regione – ha sottolineato Parolini -; dall'estero mostrano di apprezzare le nostre proposte i turisti provenienti da Germania, Regno Unito, Francia, Olanda e Spagna".

OBIETTIVO CINA – "Adesso arrivano russi e cinesi" ha proseguito l'assessore Parolini". "La Cina – ha spiegato – è mercato sempre più interessante, stiamo stringendo accordi con fornitori di servizi in scia a quello che sta facendo Enit perché ogni anno aumenta il raggio d'azione del turismo cinese".

"Sempre più cinesi arrivano in Europa – ha detto ancora Parolini – noi stiamo lavorando perché Milano e la Lombardia non siano solo una tappa, una 'toccata' ma ci sia anche una permanenza: abbiamo tanto da offrire".