Brescia, 21 lug. – “Gli Angeli Anti Burocrazia sono figure che paradossalmente non dovrebbero nemmeno esistere, invece sono un’intuizione utile ed efficace per alleggerire alle imprese il peso del fardello di adempimenti e procedure amministrative e per aiutarle ad orientarsi tra norme, opportunità e bandi. Ma sono anche un segnale: i tempi e le complicazioni delle procedure autorizzative sono insostenibili e vanno radicalmente cambiati. La Regione comincia a farlo.”. È quanto ha dichiarato stamane Mauro Parolini, assessore regionale al Commercio, Turismo e Terziario, a margine dell’incontro di presentazione delle azioni degli Angeli Anti Burocrazia, lo strumento a sostegno delle imprese pensato da Regione Lombardia, svoltosi alla Camera di Commercio di Brescia.

“L’altissima percentuale di risoluzione delle segnalazioni dimostra il successo di questa idea, soprattutto in una provincia così importante e vocata all’impresa come quella di Brescia, avvalora gli obiettivi pensati della giunta regionale e – ha continuato Parolini – ci spinge a considerare di continuare questa esperienza, che rappresenta un modello positivo e virtuoso di collaborazione con il sistema camerale e gli enti locali”.

“Gli Angeli Anti Burocrazia – ha concluso l’assessore bresciano – sono inoltre un strumento utile a supportare e indirizzare l’importante azione di semplificazione che Regione Lombardia ha intrapreso in questi ultimi anni ed a produrre bandi regionali sempre più accessibili ed efficaci per favorire la competitività e la libertà d’impresa del nostro tessuto economico”.