Milano, 15 gen. – “È un accordo che salvaguarda l’autonomia delle singole realtà territoriali coinvolte e dà più forza ad un area che rappresenta un terzo della popolazione lombarda e la metà del territorio regionale”. Così Mauro Parolini, assessore allo Sviluppo Economico di Regione Lombardia, commentando la firma odierna dell’intesa per lo sviluppo di una forma di collaborazione stabile per l’esercizio delle funzioni di Area Vasta tra le province di Brescia, Bergamo, Mantova e Cremona.  

“Attraverso la condivisione di buone pratiche amministrative, risorse e idee la Lombardia Orientale – ha continuato l’assessore – potrà aumentare il proprio peso all’interno della regione e affrontare problemi strategici di più ampio respiro con una rinnovata compattezza e visione; allo stesso tempo renderà più efficienti anche i servizi importanti che questi enti rendono nei rispettivi territori”.  

“L’intesa di oggi – ha concluso Parolini – non prefigura nuovi scenari amministrativi, ma inaugura uno strumento sinergico e sussidiario che Regione Lombardia non può che guardare di buon occhio nell’importante processo di riforme che sta aprendo attraverso un comitato ad hoc promosso dal presidente Maroni e che inizierà, con la delega del sottosegretario Daniele Nava, ad affrontare proprio la questione relativa al futuro delle Province”.