Brescia, 31 mag. – “Un lavoro di recupero e di conservazione frutto di un progetto che documenta quanto la collaborazione tra enti sia in grado di rafforzare il legame tra cultura e turismo, ma anche di accrescere la visibilità, la fruibilità e l’attrattività di uno dei monumenti più frequentati e visitati a Brescia”. Così l’assessore regionale allo Sviluppo economico Mauro Parolini, oggi a Brescia, durante la conferenza stampa di presentazione della seconda fase di restauro del Ridotto del Teatro Grande, intervento cofinanziato da Regione Lombardia all’interno del progetto di valorizzazione turistica delle città d’arte ‘Cult City’.  

“Questo intervento – ha sottolineato Parolini – rientra nelle azioni previste da Cult City, un progetto regionale senza precedenti di valorizzazione turistica delle città d’arte lombarde, sviluppato insieme ai Comuni e in collaborazione con la nostra DMO Explora, per il quale abbiamo investito 6,4 milioni di euro, oltre 980mila euro solo per la città di Brescia”.

“L’obiettivo, che i numeri di arrivi e presenze a Brescia e in provincia, come in tutta la Lombardia, stanno comprovando, – ha concluso l’assessore – è quello di far crescere in modo sussidiario i nostri capoluoghi come asset strategico di sviluppo e, soprattutto, di farli conoscere ed apprezzare come una delle nostre risorse turistiche più importanti”.