Milano, 4 mag. – “Uno stanziamento molto significativo e che dà sostanza al percorso avviato con la riforma sanitaria, segno di una grande attenzione al rinnovamento e alla qualità delle strutture ospedaliere del territorio bresciano”. Così Mauro Parolini, assessore allo Sviluppo economico di Regione Lombardia, sull’approvazione odierna da parte della Giunta del programma regionale straordinario per gli investimenti in sanità, che contiene una dotazione di oltre 200 milioni di euro per il 2017. Gli interventi finanziati dal piano riguardano principalmente il potenziamento apparecchiature tecnologiche, interventi di attuazione della riforma ed edilizia sanitaria.

Sul territorio bresciano gli interventi specifici, oltre 22,5 milioni di euro, riguarderanno in particolare il Presidio Ospedaliero di Lonato, il servizio di dialisi a Gardone Valtrompia, l’implementazione della cartella elettronica, l’acquisizione di apparecchiature di diagnostica e il riordino del dipartimento cardio-toracico nella ASST Civili di Brescia, interventi strutturali e di riqualificazione a Desenzano, Chiari e l’acquisto di macchinari nelle strutture di Gavardo e di Iseo – Orzinuovi e interventi di adeguamento tecnologico, acquisizione macchinari nelle strutture di Esine ed Edolo.

“Queste risorse – ha commentato Parolini – sosterranno gli investimenti delle ASST sulle strutture ospedaliere in macchinari e infrastrutture, dando infatti sempre più concretezza ad una legge che sta producendo una integrazione più stretta tra territorio e ospedale, che porta a prendersi cura dei pazienti con una gestione migliore, più moderna ed più efficiente dei servizi prestati”.

“Le esigenze del territorio bresciano – ha concluso l’assessore bresciano – sono cambiate, così come è mutato il quadro di riferimento socio sanitario, che vede nel progressivo invecchiamento della popolazione una sfida decisiva. Gli ingenti fondi che mettiamo a disposizione vanno proprio nella direzione di dare una più specifica attenzione al tema delle cronicità e offrire servizi al passo con le tecnologie più moderne”.

CONTRIBUTI SPECIFICI PER UN TOTALE DI 22.366.000 COSÌ SUDDIVISI: ASST DEGLI SPEDALI CIVILI DI BRESCIA 12.216.000 ASST FRANCIACORTA: 3.005.000 ASST DEL GARDA 5.310.000 ASST VALCAMONICA: 1.835.000

I CONTRIBUTI INDISTINTI PER LE GESTIONE DI PICCOLI INTERVENTI FINALIZZATI AL MANTENIMENTO DEL PATRIMONIO STRUTTURALE E TECNOLOGICO PER EURO 1.891.030- ASST DEGLI SPEDALI CIVILI DI BRESCIA: euro 942.320; ASST DEL GARDA: euro 492.070; ASST FRANCIACORTA: euro 223.690; ASST VALCAMONICA: euro 232.950.