Bresciaoggi 8 Novembre 2009
 
Un lavoro che non conosce orari e soste, perché dipendente solo dai cambiamenti climatici e dalle condizioni meteo: è il mestiere dei cantonieri bresciani, sentinelle dei quasi duemila chilometri di strade della provincia. Monitorano da anni, con la dovizia di chi lavora più per passione che per dovere, 14 mila metri quadrati di superficie e si occupano anche di vigilare i 305 chilometri di piste ciclabili, soprattutto nelle condizioni peggiori: neve, pioggia, nebbia, incidenti e frane….