Milano, 25 Luglio –  "La Lombardia rappresenta la prima regione fieristica italiana, sia in riferimento alle manifestazioni fieristiche internazionali, sia a quelle di livello nazionale e regionale e sono lieto di comunicare che, in occasione di Expo 2015, le richieste di realizzazione per le manifestazioni di carattere internazionale in Lombardia sono passate da 54, dello scorso anno, a 75 di quest'anno". Lo ha detto l'assessore al Commercio, Turismo e Terziario di Regione Lombardia Mauro Parolini dopo l'approvazione, da parte della Giunta, del calendario delle manifestazioni fieristiche internazionali, nazionali e regionali e dell'elenco delle manifestazioni locali previste nel 2015.

EXPO – Saranno 75 le fiere internazionali, 43 quelle nazionali e 58 quelle regionali, oltre a 136 manifestazioni locali. "Le rassegne fieristiche del 2015 – ha spiegato Parolini -, che si concentrano nel periodo di permanenza dell'Esposizione universale (soprattutto nell'hinterland milanese), concorreranno alla valorizzazione della stessa Esposizione, garantendo l'attrattività di tutto il territorio regionale".

OCCASIONE DI CRESCITA – "Il sistema fieristico – ha sottolineato l'assessore – è un supporto essenziale per la crescita e lo sviluppo economico del territorio e delle imprese lombarde: le fiere rappresentano, infatti, un formidabile e insostituibile strumento di promozione e di internazionalizzazione, di marketing e di valorizzazione del prodotto e di approccio ai mercati esteri, soprattutto per le piccole e medie imprese, che sono grande parte dell'economia lombarda e italiana".