Il Brescia 14 Dicembre 2009
 
Sarà riaperta nelle prossime ore la Provinciale, la “Berzo Demo-Cevo”, interrotta dalla caduta di una frana che ha invaso la carreggiata. La macchina degli interventi, attivati dall’assessorato ai Lavori pubblici della Provincia di Brescia, nei giorni scorsi si è messa in moto ed ha già definito modalità e tempi di attuazione dei lavori. «L’azione della Provincia è stata tempestiva e procede garantendo la sicurezza degli automobilisti, ma anche quella di chi lavora per risolvere il problema » spiega l’assessore Mauro Parolini. «Dapprima abbiamo dovuto chiudere e organizzare il controllo continuo della zona. Poi, quando il tempo ha consentito rilievi efficaci, si è proceduto prima con i rocciatori al disgaggio dei materiali pericolanti in parete. Successivamente è stata la volta del geologo che ha effettuato prove, immettendo liquidi coloranti nelle fessure per individuarne andamento ed estensione. I prossimi passi riguardano il posizionamento di tiranti, cordoli in calcestruzzo e reti paramassi. A quel punto si procederà alla rimozione del materiale roccioso caduto sulla strada».

Con buone condizioni meteorologiche si prevede che la riapertura possa avvenire già nei prossimi giorni. La Provincia ha deciso di effettuare altri interventi, in particolare di eseguire con l��ausilio di un elicottero e di un rilevatore laser, il disegno della parete e dei massi. In sostanza, sarà fatta una «mappatura» della parte a monte che consentirà di monitorarla. Nel frattempo, ricorda Parolini, i centri abitati e le singole case della Valsaviore sono raggiungibili attraverso la Provinciale 84 o la sp 6.