Brescia, 20 nov. – “Brescia Open rappresenta un modello di successo che, insieme ad altre iniziative e buone pratiche, stiamo valutando di estendere anche in altre città della Lombardia, perché introduce nel tessuto commerciale locale, oggi indebolito dalla desertificazione commerciale, un vero e proprio antidoto anti crisi di contrasto a questo fenomeno, che ridona fiducia e rafforza al contempo la vitalità e l’attrattività dei centri urbani”. È quanto ha dichiarato Mauro Parolini, assessore allo Sviluppo Economico di Regione Lombardia, oggi a Brescia, durante la presentazione degli esiti di ‘Brescia Open’, il progetto di valorizzazione dello spazio urbano e di contrasto alla desertificazione commerciale ideato dal Consorzio Brescia Centro e finanziato da Regione Lombardia, Comune di Brescia e Camera di Commercio di Brescia.

“Quest’anno Regione Lombardia ha deciso di sostenerlo, perché – ha continuato Parolini – abbiamo apprezzato i risultati positivi ottenuti nelle scorse edizione e, soprattutto, la sinergia che è in grado di generare tra le istituzioni e i privati. E poi perché si inserisce coerentemente nel quadro di misure a sostegno del commercio che abbiamo messo in campo”.

“Sono infatti numerose le iniziative sussidiarie e cospicui gli incentivi economici del mio assessorato sul fronte, ad esempio, della lotta alla contraffazione e all'abusivismo commerciale, per il sostegno di interventi specifici di riqualificazione egli esercizi commerciali e per la sicurezza dei negozi, che sono sempre più esposti alla microcriminalità, oppure – ha concluso l’assessore – per lo sviluppo del franchising, la valorizzazione dei negozi storici, veri e propri punti di riferimento per le comunità che giocano, al contempo, un ruolo strategico fondamentale per l’attrattività turistica dei centri storici e delle realtà comunali in cui si trovano”.