Consiglio Regionale della Lombardia

 

Milano, 5 giugno 2012 – La Commissione Agricoltura, presieduta da Mauro Parolini (Pdl),  ha approvato all’unanimità una risoluzione che verrà portata in Consiglio regionale alla prima seduta utile, che impegna la Giunta ad adottare misure urgenti a sostegno del comparto agricolo mantovano duramente colpito dal terremoto del 20 e del 29 maggio scorsi.

 

In particolare il documento (relatore Davide Boni, Lega Nord) chiede di intervenire per promuovere il consumo dei formaggi a pasta dura attraverso il coinvolgimento dei servizi di ristorazione collettiva pubblici e della grande e media distribuzione affinché acquistino a prezzi concordati il prodotto dei caseifici coinvolti dal sisma; attivare linee di credito e sostegni finanziari ordinari e straordinari; portare con urgenza le esigenze del comparto agroalimentare mantovano sui tavoli sia europeo che nazionale.

 

“L’impegno principale che chiediamo alla Giunta regionale – ha detto il presidente Parolini – è quello di trovare in tempi rapidi i canali più idonei per anticipare fondi a quei caseifici e a quegli allevamenti del Mantovano danneggiati dal sisma che in questo momento hanno assoluto bisogno di liquidità. Si tratta in particolare della produzione che tra Grana Padano e Parmigiano Reggiano ha visto danneggiate circa mezzo milione di forme – ha aggiunto – ma i danni riguardano anche strutture di allevamenti che necessariamente concorrono alla filiera alimentare”.

 

L’assessore all’Agricoltura Giulio De Capitani, presente ai lavori, ha informato la Commissione che già domani nel corso della seduta di Giunta intende proporre una delibera per agevolare l’acceso al credito e destinare fondi regionali alle imprese agricole danneggiate dal terremoto.

La Risoluzione, è stato inoltre sottolineato, potrà necessariamente essere modificata con emendamenti in Consiglio regionale in base all’evoluzione della situazione al momento del voto.