Milano, 1 set. – "L'accordo con il Ministero della Difesa anticipato dal sindaco Rosa Leso è una ipotesi al ribasso che rischia di privatizzare una parte rilevante di questa area storica”. Mauro Parolini, assessore al Commercio, Turismo e Terziario di Regione Lombardia, interviene nel dibattito sul futuro dell’Idroscalo di Desenzano, sottolineando la necessità di “pensare in grande per cogliere appieno la grande potenzialità di una riqualificazione che farebbe di questa porzione di Desenzano, posta in una posizione strategica che guarda al lago e contemporaneamente al centro della città, uno dei parchi pubblici cittadini più belli ed interessanti dell’intera area turistica del Garda”.

“Da quanto annunciato si apprende invece che il comune otterrebbe un semplice accesso a lago, con il resto del parco – spiega Parolini – che resterebbe nelle condizioni e nella funzione in cui si trova oggi, cioè inaccessibile ai cittadini."

No, quindi, ad una “soluzione minimalista – continua l’assessore – che impedisca la fruizione da parte dei cittadini della maggior parte di un’area dal grande valore storico, naturale e culturale, che se valorizzata con intelligenza può costituire anche una formidabile risorsa dal punto di vista turistico”.

"Se queste sono le condizioni – conclude Parolini – meglio cercare un accordo sull'uso pubblico dell'area in condivisione con l'Aeronautica, magari proponendo l'apertura di un museo dell'Alta velocità e la ristrutturazione degli edifici a servizio di cittadini e militari".