Rho-Pero/MI, 24 set. -"La contaminazione tra design e mondo della produzione e del commercio è un tema molto forte su cui Regione Lombardia continua ad investire risorse  e policy per sostenere in maniera sussidiaria la capacità del tessuto economico lombardo di rispondere a nuovi modelli di vita e ai mutamenti nella produzione e nel consumo". Così Mauro Parolini, assessore al Commercio, Turismo e Terziario di Regione Lombardia, intervenendo a Palazzo Italia in Expo, al convegno "Non di solo pane. Storia, presente e futuro del pane, fra tradizioni e food design" promosso da ADI (Associazione per il Disegno Industriale ), SBLU_spazioalbello e Regione Lombardia.

IMPEGNO REGIONE PER LANCIARE GIOVANI DESIGNER – "Il Food Design – ha rimarcato l'assessore – è stato infatti il tema della scorsa edizione di Design Competition, un'iniziativa di grande successo che Regione Lombardia ha realizzato proprio con la proficua e virtuosa collaborazione dell'Associazione per il Disegno Industriale e che ha permesso ai giovani designer lombardi di compiere un'importante esperienza lavorativa, affiancati da un tutor esperto, e di avere una ribalta internazionale attraverso il Salone del Mobile".

COERENZA CON TEMA EXPO 2015 -"Questo esperimento – ha aggiunto Parolini – racconta in ultima analisi quanto il design sia realmente in grado di arricchire e valorizzare, con contenuti di innovazione, anche settori solo apparentemente lontani, ma allo stesso tempo così significativi e coerenti con il tema di Expo2015, come quello del pane, progettando oggetti per fare, conservare e confezionare questo alimento".

VALORE SIMBOLICO E STORICO – "Il pane – ha concluso l'assessore regionale – introduce il tema della bellezza nella produzione seriale industriale. Il tema pane è stimolante per quotidianità, familiarità e la sua permanenza nella storia ci dice che è carico di valore simbolico ma è anche differenza perché pur essendo prodotto con gli stessi ingredienti è diverso in ogni regione d'Italia. La diversità è ricchezza".