Rho-Pero/MI, 04 giu. – "È bello vedere Brescia che fa da trascinatrice di Regione e Paese. Brescia è industriale, artigianale e commerciale, ma anche tra le prime province turistiche d'Italia oltre a vantare il primato nazionale nel settore agricolo". Lo ha detto l'assessore al Commercio, Turismo e Terziario di Regione Lombardia Mauro Parolini intervenendo alla presentazione del programma della prima delle sei giornate del 'Sistema Brescia' a Expo denominata 'Together' ('insieme').

I PRESENTI – L'incontro si è svolto nell'auditorium di Palazzo Italia alla presenza di Diana Bracco, Commissario generale di sezione per il Padiglione Italia all'Expo 2015 e responsabile di Padiglione Italia, Emilio Del Bono, sindaco di Brescia, Pier Luigi Mottinelli, presidente della Provincia di Brescia, Marco Bonometti, presidente dell'Associazione industriale bresciana, Giuseppe Ambrosi, presidente della Camera di Commercio di Brescia e Paolo Dalla Sega, responsabile artistico delle giornate bresciane all'Expo.

ISTITUZIONI AIUTANO A FARE SISTEMA – Nel corso del suo intervento l'assessore Parolini ha sottolineato che questa prima giornata bresciana in Expo testimonia come "Brescia sia un esempio concreto della capacità di 'fare sistema' grazie anche alla capacità delle istituzioni guidate dalla politica".

SUSSIDIARIETA' – "La vera sfida è – ha sintetizzato l'assessore regionale – fare in modo che le istituzioni tornino ad essere amiche dei cittadini, secondo un criterio di sussidiarietà".

FUORI EXPO – "Il dato – ha proseguito Parolini – è oggettivo: abbiamo superato la frammentarietà. È uno degli obiettivi a cui ho dedicato e sto dedicando le maggiori energie, anche attraverso il Bando dei Distretti dell'Attrattività di Regione Lombardia con cui sono stati finanziati, con oltre 1,5 milioni di euro, quattro progetti condivisi che interessano le aree turistiche del Sebino, del Garda, della Valle Camonica e della Franciacorta, nonché, con più di 500mila euro, quello promosso dalla Associazione temporanea di Scopo Sistema Brescia per Expo 2015. Anche il Fuori Expo ha potuto beneficiare di un significativo contributo. Un risultato che ha permesso di aggregare soggetti pubblici e privati, di mettere in rete idee e risorse, di integrare diversi settori economici, di generare ulteriori investimenti e di rendere più allettante il nostro territorio per i turisti".

OFFERTA TURISTICA BRESCIANA – L'altro elemento cruciale è, secondo Parolini, "Aumentare la consapevolezza di quello che siamo e di quello che abbiamo: l'offerta turistica bresciana può contare infatti su elementi di bellezza e varietà che la rendono unica nel mondo".

RUOLO CENTRALE FORMAZIONE – L'investimento più importante, secondo l'assessore Parolini, è quello sulla formazione dei giovani e di chi già lavora, compresi gli imprenditori.
"L'economia, è il turismo in particolare, – ha continuato l'assessore – è in primis luogo di relazione tra persone: servono percorsi di educazione e formazione specifici e adeguate competenze. Expo è una grande occasione che proietta il sistema turistico bresciano nel dopo evento".