Milano, 29 dic. – “La famiglia resta saldamente al centro delle politiche di Regione Lombardia”. È quanto ha dichiarato l’Assessore allo Sviluppo Economico Mauro Parolini commentando la deliberazione della giunta che mette a disposizione 849.000 euro per interventi a sostegno della natalità per l’anno 2016, conosciuti anche come “Fondo Nasko”.

L’intervento consiste in programmi di supporto alla maternità destinati a specifiche fasce di bisogno quali, ad esempio, le madri minorenni e le madri sole in stato di gravidanza (che risultano aumentate nel 2015 in Lombardia).

“Non si tratta – ha aggiunto Parolini – di un semplice sussidio economico ma, per ogni singola donna, è previsto un piano personalizzato di accompagnamento, consiglio e sostegno realizzato ad hoc, grazie alla preziosa collaborazione delle realtà di volontariato e privato sociale. La difficoltà di accogliere un figlio è causata sia da problemi economici ma, spesso, anche dal fatto di trovarsi soli di fronte a una situazione così importante”.

Il provvedimento è finanziato attraverso 707.500 euro di risorse provenienti dal Fondo Famiglia 2014, e da ulteriori 141.500 euro da parte di Regione Lombardia, per un totale di 849.000 euro. Di questi, 96.000 sono destinati alle ASL della provincia di Brescia.

“Il fondo Nasko – ha concluso Parolini – è una iniziativa che dal 2010 si è dimostrata utile e adeguata a rispondere a un bisogno sentito. Una risposta concreta per essere a fianco delle famiglie che, nonostante la crisi economica, desiderano avere un figlio”.