Milano, 13 apr. – "Con 'Next Design Innovation' abbiamo valorizzato i designer più talentuosi, usciti dalle nostre scuole e università, e offerto loro un percorso qualificante completamente gratuito che gli ha concesso oggi di salire alla ribalta internazionale attraverso l'esposizione delle loro creazioni".  Lo ha detto l'assessore regionale allo Sviluppo economico, Mauro Parolini, a margine dell'inaugurazione, nell'ambito delle iniziative del 'Fuorisalone', questa sera, a Milano, dell'esposizione dei quindici prototipi  realizzati da attraverso l'iniziativa 'Next Design Innovation', promossa e finanziata da Regione Lombardia, in collaborazione con il Politecnico di Milano.

ESPERIENZA DI LAVORO CONCRETA – "Attraverso questa misura, sinergica e pratica – ha sottolineato l'assessore -, non abbiamo concesso l'erogazione indistinta di contributi, ma accompagnato quindici designer e gruppi creativi, under 35, in un'esperienza di lavoro concreta. Fondamentale per la buona riuscita del progetto è stata la collaborazione con il Politecnico di Milano – Polifactory, che ha messo a disposizione risorse, alte professionalità e spazi tecnologicamente avanzati per seguire nel modo più adeguato lo sviluppo dei prototipi".

CONTAMINAZIONE  – "Con Next Design Innovation – ha aggiunto – raccogliamo oggi i risultati positivi della sperimentazione che abbiamo voluto intraprendere attraverso la contaminazione tra design e innovazione".

SOSTEGNO ALLA CREATIVITÀ – "Questo progetto – ha precisato l'assessore – fa parte di un'ampia azione di sostegno alla creatività che Regione Lombardia ha introdotto durante questa legislatura. Solo negli ultimi mesi abbiamo, infatti, reso disponibili importanti risorse per finanziare un piano di misure integrate a supporto della moda e del design, due dei settori economici più rilevanti per numero di occupati e valore aggiunto prodotto, che definiscono l'identità regionale e che sono sinonimi di eccellenza riconosciuti in tutto il mondo".

RILEVANZA EUROPEA – "Mi preme sottolineare – ha concluso Parolini – la rilevanza europea che ha avuto l'iniziativa. Un cammino iniziato dal confronto con le Regioni che con la Lombardia costituiscono i Quattro Motori d'Europa (Catalunya, Baden-Württemberg, Rhône Alpes) e la Pomerania (Polonia), culminato, in questa prima fase, con l'esposizione di sei prototipi catalani, insieme a quelli lombardi, realizzati grazie alla collaborazione con 'Elisava', la prestigiosa Scuola di Design di Barcellona".