Mantova, 5 mag. – “Oggi presentiamo i frutti di un lavoro molto articolato che ha portato a tre importanti accordi per la reindustrializzazione e all’avvio delle fasi esecutive. Un processo condiviso, che ha interessato diversi soggetti e che Regione Lombardia ha accompagnato e seguito da vicino grazie all’impegno di Arifl, l’Agenzia Regionale per l’Istruzione, la Formazione e il Lavoro, con la partecipazione dei referenti dei diversi assessorati coinvolti, Sviluppo economico, Istruzione Formazione e Lavoro, Ambiente e la collaborazione di ARPA”. È quanto ha dichiarato Mauro Parolini, assessore allo Sviluppo economico di Regione Lombardia, intervenendo nel pomeriggio di oggi, a Mantova, alla presentazione dei progetti di reindustrializzazione del sito IES.

RISULTATI POSITIVI PER OCCUPAZIONE E INVESTIMENTI – “I risultati che si prospettano dal punto di vista occupazionale, anche in relazione alla dimensioni degli investimenti in campo e alla sostenibilità dei progetti – ha aggiunto l’assessore durante l’incontro, a cui hanno partecipato i rappresentati della Provincia di Mantova, del Comune di Mantova, di IES Italiana Energia e Servizi Spa – Gruppo MOL, oltre le parti sociali e i titolari delle tre proposte progettuali – sono positivi e configurano questo processo di industrializzazione come un modello da seguire”.

IMPEGNO CONGIUNTO DI TUTTI – “L’azienda, i titolari dei progetti e i soggetti sociali, sindacali, economici e istituzionali coinvolti – ha concluso Parolini – hanno percorso un comune cammino di corresponsabilità, che ha portato e porterà benefici per tutti, dai lavoratori ai soggetti del territorio e alla filiere coinvolte, in tempi certi. Questo risultato dà speranza perché testimonia come l'impegno congiunto di tutti gli attori possa portare a risolvere situazioni complesse. Creare nuova impresa e nuovo lavoro non è una chimera, ma si può fare realmente mettendo in campo risorse e strumenti che già esistono, ma soprattutto coraggio e buona volontà".