Bresciaoggi 15 febbraio 2011
 
Le politiche per la montagna saranno al centro del convegno promosso dal gruppo consiliare del Pdl in Provincia per sabato 19, alle 15, sul monte Maniva di Collio, nella locanda Bonardi. L’iniziativa sarà preceduta, in mattinata, da una gara di sci – «Azzurri in pista» – a partire dalle 9.30, aperta a iscritti e simpatizzanti del Pdl, amministratori e giornalisti (informazioni e iscrizioni allo 030 3749332).
«Abbiamo scelto il Maniva perché non è fra le località sciistiche più rinomate del Bresciano ed è l’unica a conduzione privata – spiega Diego Invernici, capogruppo Pdl in Broletto -. Intendiamo offrire un’occasione di confronto agli amministratori locali, tenendo conto che il Pdl governa quattro Comunità montane su sei – Sebino, Valsabbia, Valtrompia e Garda -, e che la Provincia intende valorizzare economia e turismo di montagna».
DOPO I SALUTI DI Viviana Beccalossi, Giuseppe Romele, Bruno Faustini e Margherita Peroni, il convegno entrerà nel vivo con la tavola rotonda sul tema «Quali politiche a favore delle piccole realtà di montagna?», cui parteciperanno il consigliere regionale Mauro Parolini, il presidente Uncem Lombardia (alla guida della Comunità montana di Valle Sabbia) Ermanno Pasini, il presidente della Comunità montana di Valle Trompia Bruno Bettinsoli e l’esponente della Commissione agricoltura e montagna Anci Emanuel Piona.
«Intendiamo avviare una riflessione a 360 gradi sulla montagna, che va vista come una risorsa», sottolinea Beccalossi, coordinatore provinciale del Pdl, ricordando che il gruppo consiliare pidiellino sta girando la provincia per incontrare gli amministratori locali e raccogliere istanze da portare in discussione in Broletto. Per favorire la comunicazione, il Pdl provinciale ha attivato da pochi giorni un sito Internet, www.pdlprovinciabrescia.it, e il gruppo Pdl Provincia di Brescia su Facebook.
INTRECCIATO AL TEMA della montagna è quello delle stazioni sciistiche – sono ben nove nel Bresciano – che, spiega Romele, vicepresidente e assessore al Territorio di palazzo Broletto, «bisogna rilanciare favorendo gli investimenti dei privati e ridimensionando il ruolo dell’ente pubblico nella loro gestione».
In media in Italia gli impianti per lo sci hanno un risultato economico negativo, compensato però dalle positività che genera a livello di indotto economico (per bar, ristoranti, alberghi). In futuro, secondo il Pdl, bisognerà riuscire ad attirare capitale privato nelle società di gestione, in sostituzione di quello pubblico.
DURANTE IL CONVEGNO si parlerà anche della fusione fra Uncem (realtà che rappresenta le comunità montane) e Anci, «per rassicurare – avverte Piona – che con il nuovo assetto la montagna e i piccoli Comuni non passeranno in secondo piano».