Bresciaoggi 10 maggio 2013
 
E´ iniziato ieri, in commissione territorio presieduta dal bresciano Alessandro Sala (Maroni presidente) il percorso in Consiglio Regionale dei due disegni di legge, presentati da maggioranza e Partito Democratico, con cui la Giunta Maroni intende siglare la prima legge del suo quinquennio. «Se il buon giorno si vede dal mattino – afferma Legambiente Lombardia – corriamo ai ripari perchè già piove cemento». 
LA COMMISSIONE territorio infatti ha avviato la discussione sulla proroga dei vecchi Piani Regolatori Generali per quei comuni che non hanno ancora adeguato i Pgt ai dettami della legge regionale del 2005, che indicava scadenze perentorie e largamente scadute. A Brescia sono 51 i comuni che non hanno adempiuto agli oneri di legge e sono nel limbo della mancata approvazione dei loro piani di governo del territorio. Su proposta del capogruppo del Pdl Mauro Parolini, fatta propria dal Presidente Sala e accolta dalla Commissione, entro lunedì i gruppi faranno pervenire agli uffici della Commissione i rispettivi emendamenti al testo presentato dalla Giunta regionale: un gruppo di lavoro composto da un singolo componente per ciascun gruppo approfondirà poi gli emendamenti prima della riunione di Commissione calendarizzata per la mattinata di martedì, nella quale la Commissione cercherà di concordare e assemblare un provvedimento unico e il più possibile condiviso. Voto finale in Commissione previsto quindi per giovedì prossimo. Spiega il presidente Sala, che del provvedimento sarà anche relatore unico: «La Regione con questi provvedimenti vuole mettere a disposizione dei Comuni le proprie risorse tecniche e professionali per aiutarli e supportarli nell´approvazione dei piani di governo».