Giornale di Brescia 18 Dicembre 2009
 
La neve che turbina in alto e avvolge le cose di un tacito manto, come diceva Saba, si è presentata ieri mattina al cospetto dei bresciani per la sua prima apparizione stagionale; questo per i «bresciani di pianura» ovviamente, perché sulle medie e alte vette la neve è compagna abituale, come la nebbia un tempo lo era nella Bassa. A prescindere dal fatto che vi contraddistingua un animo romantico, che il fanciullino di pascoliana memoria (e coi poeti abbiamo davvero finito le citazioni…) sia vivo e lotti insieme a voi, a parte tutto ciò insomma, una considerazione prende subito il sopravvento: la neve è sempre la neve. …

Download documento in PDF