L’Assessore regionale: “solo insieme possiamo affrontare le sfide del mercato globale. E poi l’annuncio: pronti 300mila euro per incentivare l’unità nella promozione del territorio”

VARESE, 22 gen. – “Fare sistema, unire forze e risorse”. Sono queste le parole d’ordine con cui Mauro Parolini, Assessore al Commercio, Turismo e Terziario di Regione Lombardia, ha chiamato oggi a raccolta gli Stakeholder del Lago Maggiore. Al “Pirellino” di Varese, Sindaci, operatori turistici, rappresentati di Istituzioni pubbliche e private, corpi intermedi, associazioni di categoria e consorzi del territorio lombardo e svizzero impegnati nella promozione turistica del lago.
“Regione Lombardia intende mettersi in campo con i propri strumenti per favorire il superamento di ogni tipo di frammentarietà nella promozione del territorio. La ricchezza naturalistica e culturale, l’offerta di ospitalità e attrazioni di questa area turistica sono elementi da valorizzare, che ci impongo di pensare in grande. Per affermarsi, essere visibili ed attrattivi nella vastità della mercato globale – ha continuato Parolini – occorre aumentare la nostra dimensione, fare massa critica e mettere in rete tutte le nostre energie, perché o si procede tutti insieme o si rischia di non riuscire a cogliere tutte le opportunità”.
“Nonostante il perdurare della crisi – ha aggiunto l’Assessore – il settore turistico è infatti in grado di offrire grandi opportunità, che sono da cogliere insieme, non solo per l’avvicinarsi di Expo 2015, ma per la creazione di un solido asset strategico nel lungo periodo”. Da questa prospettiva l’annuncio dell’Assessore Parolini di mettere a disposizione “un fondo da 300mila euro per favorire e incentivare una forma sovracomunale stabile, concreta e operativa di unità sul Lago Maggiore. Un interlocutore unico, che includa i soggetti pubblici e privati, raccolga criticità ed istanze del territorio, organizzi i servizi e promuova il Brand Lago Maggiore in una prospettiva di sviluppo comune attraverso scelte strategiche come: l’individuazione di mercati target, la partecipazione alle fiere internazionali, la promozione dell'area turistica sul web e sui media internazionali e la fornitura di servizi efficienti di informazione e accoglienza”.