Milano, 4 mag. – “La Lombardia si conferma locomotore d’Italia facendo registrare dati incoraggianti, che infondono nuova fiducia ad imprenditori e consumatori e che ci spingono a continuare sulla strada del sostengo alle imprese che abbiamo intrapreso durante la legislatura”. È quanto ha dichiarato stamani Mauro Parolini, assessore allo Sviluppo economico di Regione Lombardia, commentando i risultati regionali dell’analisi congiunturale del primo trimestre 2017 dell’industria e dell’artigianato manifatturieri presentati stamane nella sede milanese di Unioncamere Lombardia.

NUOVE MISURE PER 400 MILIONI – “Quest’anno sarà particolarmente favorevole per il rilancio delle imprese lombarde ed accrescere la loro competitività: per consolidare questi segnali di ripresa– ha sottolineato l’assessore – abbiamo infatti predisposto un piano integrato di nuove misure da oltre 400 milioni di euro, che puntano al sostegno alle start up innovative, al rilancio della filiera dell’edilizia, alla promozione sempre più qualificata dell’export, passando per il sostegno al credito e agli investimenti nella manifattura per macchinari e digitalizzazione, riservati alle piccole e medie imprese”.

PROMUOVERE AGGREGAZIONE – “È inoltre importante intensificare gli sforzi per favorire e promuovere l’aggregazione tra imprese, la contaminazione tra settori differenti, con dimensioni diverse, e la valorizzazione delle filiere di eccellenza quali driver di sviluppo. È questo, insieme alla creazione di un nuovo ecosistema pubblico più amico delle imprese, – ha aggiunto Parolini – un obiettivo che stiamo perseguendo in modo sistematico insieme alle associazioni per accrescere le dimensioni delle aziende e la loro competitività, preservando la particolare realtà produttiva lombarda che è fatta anche di micro imprese”.