Milano, 28 mar. – "Mettiamo a disposizioni dei nostri territori ulteriori 5.000.000 di euro per la valorizzazione del nostro immenso patrimonio culturale". Lo annuncia l'assessore alle Culture, Identità e Autonomie di Regione Lombardia, Cristina Cappellini che, di concerto con l'assessore regionale allo Sviluppo economico Mauro Parolini, ha proposto la delibera approvata dalla giunta regionale grazie alla quale si metterà a disposizione un nuovo bando volto alla valorizzazione turistico-culturale della Lombardia.

FAVORITA INTRODUZIONE DEI PIANI INTEGRATI DELLA CULTURA – "Uno strumento davvero importante – ha spiegato l'assessore Cappellini – che va nella direzione indicata dalla nuova legge sulla cultura: favorire sempre di più lo sviluppo dei piani integrati della cultura (Pic), così da coinvolgere più realtà importanti dei territori e fare rete, con l'obiettivo di aumentare l'attrattività dei luoghi culturali della Lombardia".

"SAPPIAMO USARE BENE LE RISORSE EUROPEE" – "Si tratta di 5.000.000 di euro di risorse comunitarie, che la giunta lombarda ha deciso di investire per il proprio patrimonio culturale".

"Un'ulteriore dimostrazione di quanto – ha detto ancora Cappellini – Regione Lombardia, a differenza di altre regioni, sappia usare in maniera efficiente le risorse dell'Unione europea, a beneficio dei propri territori. Un modo di lavorare che fa della Lombardia una delle regioni più virtuose d'Europa".

SETTORE STRATEGICO – "Questa misura – ha commentato l'assessore – è destinata a imprese culturali e creative lombarde. Un settore davvero importante e strategico per le politiche regionali, come testimonia il dato secondo cui la Lombardia è al terzo posto tra le regioni europee come numero di imprese e di occupati proprio in tale ambito". "Un risultato straordinario – ha continuato ancora – che vogliamo migliorare ulteriormente".

COLLABORAZIONE TRA ASSESSORATI – "Questo bando parte nuovamente grazie alla preziosa e proficua collaborazione tra i due assessorati – ha evidenziato l'assessore Parolini -, segno del forte legame tra turismo e cultura su cui Regione Lombardia sta investendo per aumentare la nostra attrattività. I turisti sono oggi sempre più orientati alla scelta di esperienze di viaggio autentiche e complete, che permettono di entrare in contatto con la storia e la cultura delle destinazioni".

VALORIZZARE TURISMO LENTO – "Valorizzare la ricchezza del nostro patrimonio culturale e archeologico, ma anche il turismo lento dei cammini religiosi – ha continuato Parolini – è un'azione strategica che permetterà di consolidare l'offerta complessiva e offrirà ai viaggiatori un motivo in più per visitare la Lombardia".

RENDIAMO SISTEMA TURISTICO PIU' COMPETITIVO – "L'obiettivo che insieme all'assessore Cappellini vogliamo raggiungere attraverso questo bando – ha detto Parolini – è quello di mettere a sistema ed esaltare la dinamicità e la creatività degli operatori pubblici e privati. È questa una finalità che stiamo perseguendo in modo sistematico con le nostre iniziative per rendere il sistema turistico lombardo sempre più integrato e competitivo all'interno di un mercato in continua crescita".

FINALITÀ DEL BANDO – Il bando si concentra sulla valorizzazione di quattro specifiche aeree di intervento: patrimonio culturale immateriale, itinerari e cammini culturali, arte contemporanea e patrimonio archeologico. "Uno strumento concreto – ha concluso l'assessore Cappellini – per valorizzare anche dal punto di vista economico ed occupazionale i tesori culturali della nostra Lombardia".