Milano, 19 gen. – “Ad oggi non abbiamo notizia di alcuna procedura formale di licenziamento o cassa integrazione, tuttavia sono stati subito attivati contatti con il Ministero dello Sviluppo Economico e stiamo seguendo da vicino la situazione”. Così Mauro Parolini, assessore allo Sviluppo Economico di Regione Lombardia, intervenendo oggi in Consiglio regionale nel dibattito relativo ad una mozione sulla vicende connesse all’acquisizione del gruppo ALSTOM da parte di General Electric e in particolare le conseguenze occupazionali che sul territorio lombardo impatterebbero sullo stabilimento di Sesto san Giovanni (MI).

CONTATTO COSTANTE CON MISE – “Già a dicembre, insieme all’assessore Sorte – ha aggiunto Parolini – ho avuto un primo incontro conoscitivo per raccogliere le preoccupazioni delle organizzazioni sindacali. La situazione è ancora in evoluzione e abbiamo in corso un costante contatto con il Ministero che sta lavorando affinché venga individuata una soluzione all’interno del perimetro di General Electric”.

TAVOLO REGIONALE – “In ogni caso – ha annunciato l’assessore – stiamo organizzando un tavolo regionale con i vertici dalla multinazionale statunitense, che si svolgerà a breve, per capire quali siano le scelte che vogliono portare avanti”.

IMPEGNO REGIONE – “L'impegno di Regione Lombardia – ha concluso Parolini – vuole tutelare e salvaguardare sia i livelli occupazionali che l’eccellenza industriale, consapevoli anche che in un settore così strategico e importante come quello dell’energia e in presenza di player multinazionali è fondamentale la sinergia con il Governo. Lo faremo in tutte le sedi opportune e con tutti gli strumenti di cui disponiamo”.