Varese, 29 mag. – "Il mercato del turismo continua a crescere globalmente e a dare grandi opportunità, opportunità che ci sono anche per Varese". Lo ha annunciato l'assessore al Commercio, Turismo e Terziario di Regione Lombardia Mauro Parolini, intervenendo alla tavola rotonda organizzata, a Varese, per la tappa di 'Panorama d'Italia', l'iniziativa del settimanale Panorama per raccontare, dalle piazze italiane, le eccellenze di impresa, economia, cultura ed enogastronomia.

VARESE GRANDI POTENZIALITÀ – "Varese ha grandi potenzialità – ha sottolineato l'assessore -, con un patrimonio di eccellenze e attrazioni che non teme rivali. Occorre però avere maggiore consapevolezza di essere in possesso di queste potenzialità e farle conoscere al mondo intero. Per questo Regione Lombardia sta puntando molto sulla capacità di comunicare e raccontare il territorio".

FARE SISTEMA – "Un altro tassello importante che è indispensabile per renderci visibili nel mercato globale – ha rimarcato Parolini – è la capacità di fare sistema. Il bello della Lombardia è che ha un'enorme quantità di risorse e quindi tante differenze, ma queste differenze non devono essere motivo di disgregazione, devono essere anzi valorizzate e costituire un offerta turistica completa e competitiva. Con l'Assessorato al Turismo della Regione Piemonte stiamo lavorando per esempio a un Distretto interregionale dei laghi, per promuovere insieme azioni che aumentino l'attrattività di questi luoghi incantevoli, come il Lago Maggiore".

 

DISTRETTI ATTRATTIVITÀ – "Regione Lombardia – ha ricordato Parolini – attraverso i Distretti dell'Attrattività ha già iniziato a percorrere la strada dell'integrazione, mettendo in rete competenze, idee e risorse di soggetti pubblici e privati. Per quello di Varese abbiamo finanziato progetti per quasi 1,2 milioni di euro, che saranno in grado di aumentare l'attrattività e produrre ulteriori investimenti. Inoltre, abbiamo recentemente stanziato 300.000 euro unicamente per favorire la creazione di progetti unitari e aggregati, superare la frammentazione e migliorare l'efficacia della promozione sulla sponda lombarda del Lago Maggiore".

FORMAZIONE – "Il turismo – ha concluso l'esponente della Giunta Maroni – cambia molto velocemente ed è necessario investire sul capitale umano e la formazione. Siamo i primi al mondo per capacità di accoglienza, ma questo valore va sostenuto e aggiornato di continuo. Per questo, nella nuova riforma della legge del Turismo, che stiamo preparando, la formazione sarà un elemento fondamentale".