Milano, 24 ott. – "Continua l'impegno di Regione Lombardia per prevenire e contrastare le forme di ludopatia legate al gioco d'azzardo lecito. Con l’attivazione di queste nuove iniziative di formazione completiamo infatti un quadro di interventi organici, che mettiamo in campo con l’obiettivo di responsabilizzare i gestori, aiutare a rendere consapevoli i giocatori e tutelare i minori”. È quanto ha dichiarato Mauro Parolini, assessore allo Sviluppo economico di Regione Lombardia, commentando l’approvazione odierna da parte della Giunta della delibera, promossa in concerto con gli assessori Valentina Aprea (Istruzione, Formazione e Lavoro), Viviana Beccalossi (Territorio, Urbanistica e Difesa del suolo) e Giulio Gallera (Welfare), che disciplina le modalità di attivazione ed erogazione dei corsi di aggiornamento obbligatori per i gestori delle sale da gioco e dei locali nei quali sono istallate le apparecchiature per il gioco d’azzardo lecito.  

Il provvedimento, che sarà trasmesso al Consiglio Regionale per il parere della Commissione consiliare competente prima del via libera definitivo, definisce durata, costi, sedi, requisiti dei docenti e modalità di valutazione dei corsi di aggiornamento, introdotti a seguito dell’approvazione della legge regionale in materia di prevenzione e trattamento del gioco d’azzardo patologico, che avranno come oggetto il "Gestire la relazione con la clientela a rischio ludopatia".

LOTTA ALLA LUDOPATIA – “Quello della ludopatia è un tema al centro dell'attenzione della Giunta lombarda. Nel corso della legislatura – ha aggiunto Parolini – abbiamo intensificato in modo significativo il nostro impegno. E la formazione dei gestori, che hanno un rapporto diretto con i giocatori, costituisce un tassello essenziale per il contenimento del fenomeno”.