Londra, 6 nov. – “Quello del Regno Unito è un mercato in costante crescita e storicamente molto attratto dalla bellezza delle aree turistiche del lago di Garda e di Como, oltre che dalla città di Milano. Ma oggi siamo qui per dire che la Lombardia è tanto altro ancora: sono certo che questa edizione del WTM confermerà la nostra regione come una delle destinazioni più attraenti, complete ed interessanti d’Italia”. È quanto ha dichiarato stamane Mauro Parolini, assessore regionale allo Sviluppo economico, in occasione della sua visita agli spazi di Regione Lombardia nello stand di ENIT, l’Agenzia Nazionale del Turismo, al World Travel Market di Londra, una delle più importanti fiere internazionali business-to-business dedicate al turismo.

“Da regione conosciuta in Italia e all’estero per il ruolo di leadership economica – ha spiegato Parolini – la Lombardia si sta infatti rivelando anche come una grande meta turistica, facendo registrare negli ultimi anni aumenti a doppia cifra in termini di arrivi e presenze. Un trend di crescita sostenuto dal grande dinamismo della filiera e dalla forte accelerazione che abbiamo impresso al turismo durante questa legislatura: c’è una nuova legge, un impegno economico di oltre 60 milioni di euro per valorizzarlo, un nuovo modo di gestirlo e soprattutto una più moderna ed organica strategia di promozione grazie alla nostra Destination Management Organization Explora”. 

“Qui a Londra – ha sottolineato l’assessore – siamo presenti con uno spazio di oltre 100 metri quadri, dove più di venti tra consorzi e operatori presentano la propria offerta. Sarà l’occasione per promuovere anche la varietà esperienziale che è in grado di offrire la Lombardia: lo straordinario patrimonio storico, culturale, architettonico e artistico di tutti i capoluoghi di provincia, la ricchezza enogastronomica, il turismo attivo e naturalistico con il grande impegno che abbiamo messo in campo per la promozione e l’infrastrutturazione nel cicloturismo, il relax e il benessere nelle nostre terme”.

“Un impegno, quello sul mercato inglese, che non si esaurisce con la fine di questa importantissima fiera, ma – ha annunciato Parolini – che continuerà, a partire da dicembre, con una campagna di comunicazione integrata senza precedenti nel Paese con iniziative di grande impatto come la personalizzazione degli autobus a Londra e la presenza nei circuiti di comunicazione dei principali aeroporti”.