Milano, 29 lug. – “Sono ben nove i progetti finanziati su tutto il territorio attraverso un bando inedito che ha visto la preziosa e proficua collaborazione tra i nostri assessorati, segno del forte legame tra turismo e cultura su cui Regione Lombardia sta investendo per aumentare la nostra attrattività”. È quanto hanno dichiarato stamane gli assessori regionali alle Culture, Identità e Autonomie Cristina Cappellini e quello allo Sviluppo economico Mauro Parolini, annunciando la pubblicazione degli esiti del bando di Regione Lombardia per la valorizzazione turistico-culturale del Patrimonio UNESCO e Lirico lombardo nato nell’ambito del programma operativo del Fondo Europeo per lo Sviluppo Regionale gestito dall’assessore all'Università, Ricerca e Open Innovation Luca del Gobbo.

INTEGRAZIONE CULTURA – TURISMO – “Una misura innovativa – ha spiegato Cappellini – , con una dotazione finanziaria di oltre 2.000.000 di euro, utilizzata per la prima volta che, in forma di sperimentazione, anticipa di fatto una delle innovazioni contenute nella legge di riordino della normativa in materia di cultura attualmente all'esame del Consiglio regionale, ossia l'integrazione tra diversi ambiti territoriali, oltre che l'integrazione tra l'ambito turistico e l'ambito culturale”.

NUOVO METODO – “Abbiamo avuto il coraggio di investire in un metodo nuovo – ha continuato Cappellini – per valorizzare le straordinarie specificità lombarde, i tanti gioielli del nostro territorio: dall'arte rupestre della Valle Camonica ai quattro Siti Unesco della provincia di Varese, al patrimonio lirico di Donizetti custodito a Bergamo e altri ancora”.

METTERE A SISTEMA OPERATORI PUBBLICI E PRIVATI – “L’obiettivo comune che siamo riusciti a raggiungere attraverso questo bando – ha sottolineato Parolini – è quello di mettere a sistema ed esaltare la dinamicità e la creatività degli operatori pubblici e privati. È questa una finalità che stiamo perseguendo in modo sistematico con le nostre iniziative per rendere il sistema turistico lombardo sempre più integrato e competitivo all’interno di un mercato in continua crescita”.

INVESTIMENTI PER OLTRE 4 MILIONI – “Il nostro intervento sussidiario ha permesso di finanziare infatti nove progetti di promozione che puntano su innovazione e integrazione e che hanno generato investimenti per oltre 4 milioni di euro: un’azione strategica e virtuosa che – ha concluso Parolini – permette di consolidare l’offerta turistica complessiva e darà ai viaggiatori un motivo in più per visitare la Lombardia e la provincia di Brescia”.
 

I PROGETTI CHE INTERESSANO LA PROVINCIA DI BRESCIA:

Progetto Valle dei Segni – Trame di innovazione territoriale

Capofila OROVIAGGI SRL

Il Progetto integrato coinvolge sei imprese del settori culturale -creativo e turistico – commerciale ed è finanziato con un contributo di 174mila € per dare continuità e sviluppo agli interventi di valorizzazione e promozione turistica del sito Unesco dell’Arte rupestre della Valle Camonica.

In particolare il Progetto integra azioni di promozione del contesto territoriale e interventi per lo sviluppo di un turismo di qualità e per il miglioramento dell’attrattività territoriale dei Parchi d’Arte rupestre: percorsi naturalistici, ciclabili, enogastronomici, strumenti di comunicazione del patrimonio culturale, qualificazione dell’offerta turistica mirata ai target, azioni di incoming del turismo estero, pacchetti turistici, materiali didattici legati all’arte rupestre, per famiglie e bambini e comunicazione mirata.

Progetto MyUNESCO – Turismo, cultura, arte e gastronomia

Capofila AMERIGO VIAGGI DI MERIGO BATTISTA       

Il Progetto integrato, che coinvolge cinque imprese dei settori culturale -creativo e turistico – commerciale, è finanziato con un contributo di 238mila € per la valorizzazione dell’offerta culturale del Patrimonio Unesco della Lombardia: Palafitte dell’arco alpino, Arte rupestre della Valle Camonica, Cenacolo Vinciano e Santa Maria delle Grazie, Centri di potere e culto dell’Italia Longobarda.

Nello specifico il Progetto propone la creazione di piattaforme per la commercializzazione e gestione di proposte turistiche, attività di comunicazione a livello nazionale e internazionale per l’incoming turistico, workshop e interventi a tema, realizzazione di APP e campagne di comunicazione web e social, offerta di servizi turistici e soluzioni alberghiere ed extra alberghiere con particolare riferimento al target del turismo scolastico e religioso.

Progetto La grande @ttrazione – Brescia, Cremona, Mantova e Sabbioneta. Tesori lombardi Patrimonio della Umanità

Capofila OGLIO PO TERRE D'ACQUA Soc. consortile arl      

Il Progetto integrato, che coinvolge sedici imprese dei settori culturale-creativo e turistico-commerciale, è finanziato con un contributo di 216mila € per la valorizzazione degli attrattori Unesco lungo l’asse Brescia-Cremona-Mantova che per la prima volta condividono l’opportunità di un investimento comune basato su strategie di sostenibilità a lungo termine anche attraverso la costituzione di un contratto di rete. Sono previste azioni specifiche per il miglioramento dei servizi di accoglienza, ristorazione e commerciali e linee di intervento partecipative basate sia su nuove logiche multimediali, web e social (creazione della prima piattaforma di gamification dedicata agli attrattori Unesco) sia sulla narrazione orale e musicale dedicata al patrimonio immateriale con percorsi narranti (Museo del Violino) e radio documentario.

Progetto La Valle dei Pitoti tra tradizioni e innovazione

Capofila POST S.R.L.

Il Progetto integrato, che coinvolge quattro imprese dei settori culturale -creativo e turistico – commerciale, è finanziato con un contributo di 175mila € per la valorizzazione degli otto Parchi della Valle Camonica dove è possibile ammirare le oltre 2000 rocce istoriate con le incisioni e le raffigurazioni (i pupazzi o “Pitoti”) realizzate nel corso di ottomila anni di storia.

Il Progetto propone l’offerta di modelli e pacchetti turistici esperienziali basati sullo storytelling, la creazione di un sistema di promozione turistica on line, l’offerta di proposte enogastronomiche di qualità, la realizzazione di un master of food legato alle produzioni tipiche del territorio, la creazione di segnaletica coordinata, realizzazione di materiali promozionali, l’ampliamento delle reti wi-fi e il potenziamento della mobilità ciclistica.