Milano, 14 nov. – È stata firmata oggi una lettera d’intenti per la promozione turistica congiunta della destinazione Lombardia tra Regione Lombardia, Unioncamere Lombardia, SEA, Trenord e Fiera Milano. L’accordo siglato a Palazzo Lombardia in occasione dell’edizione 2017 del Tourism Act, gli Stati generali del turismo lombardo, organizzato dall’assessorato regionale allo Sviluppo economico e dalla agenzia di promozione turistica di Regione Lombardia Explora, prevede un programma di iniziative coordinate, in via sperimentale per il 2018, che punteranno a mettere a sistema i differenti driver di sviluppo del settore turismo. 

In particolare la collaborazione punterà su alcune priorità strategiche: la promozione turistica integrata mediante la condivisione di canali e strumenti; il consolidamento delle logiche di co-branding e l’utilizzo del brand inLombardia; il rafforzamento del sistema dell’informazione e dell’accoglienza turistica attraverso gli hub ferroviari e aeroportuali,  la condivisione dei dati e delle informazioni relative ai flussi turistici sul territorio per orientare le politiche regionali e facilitare l’individuazione dei mercati di riferimento. E un obiettivo su tutti, intercettare i più di 27 milioni di viaggiatori che transitano negli scali SEA, i 200 milioni di clienti di Trenord, e gli oltre 3,5 milioni di persone che visitano e partecipano alle iniziative di Fiera Milano.

“Molto soddisfatto” di questa firma l’assessore allo Sviluppo economico di Regione Lombardia Mauro Parolini, che ha sottolineato “il valore dell’integrazione e della collaborazione per affrontare la sfide di un mercato molto ampio e in continua crescita”. “La Lombardia – ha continuato l’assessore – è riuscita in questi ultimi anni a svelare finalmente la sua grande vocazione turistica: il turismo si è affermato come uno dei principali asset di sviluppo economico e continua a crescere nei numeri e nella qualità, ma per essere ancora più attrattiva e visibile è necessario unire le forze. Questo accordo rappresenta un’ottima e concreta base per consolidare il trend positivo di crescita”.    

“Il Sistema camerale Lombardo, apprezzando l’intenso lavoro svolto in questi anni da Regione Lombardia a favore dello sviluppo dell’attrattività turistica, – ha detto il Presidente di Unioncamere Lombardia Gian Domenico Auricchio – conferma la propria totale disponibilità alla piena collaborazione con Regione, Istituzioni locali, Associazioni di categoria ed operatori per rilanciare strategie innovative che rilancino ulteriormente l’attrattività della nostra splendida Lombardia”. 

“Gli aeroporti di Milano hanno bisogno dell'impegno di tutti gli operatori del settore per lo sviluppo del turismo in Lombardia, al fine di aumentare la quota di traffico intercontinentale incoming. Per far questo è necessario rendere Milano sempre più attrattiva e potenziare le politiche che portino i turisti d’Oltreoceano a scegliere Milano come destinazione primaria per arrivare in Europa – ha dichiarato Pietro Modiano, Presidente di SEA. Siamo sulla strada giusta, ma occorre fare ancora un salto di qualità per intercettare i passeggeri pregiati in arrivo in Europa da tutto il mondo”. 

“Il treno per il turismo e il tempo libero è un segmento di mercato che si sta imponendo nel sistema della mobilità lombarda – ha affermato l’Amministratore di Delegato di Trenord Cinzia Farisè -. Sono ormai 200mila i nostri clienti che ogni giorno viaggiano per motivi non legati al lavoro: + 14% negli ultimi tre anni, 50 milioni di viaggi ogni anno per turismo e svago. Fare sistema è la sfida che abbiamo davanti: i territori e gli operatori della mobilità hanno la grande opportunità di generare un’economia virtuosa, sostenibile e attrattiva per consolidare e far crescere i flussi turistici”. 

“Il sistema fieristico rappresenta un importante fattore di attrattività del turismo e del territorio – ha sottolineato Fabrizio Curci, amministratore delegato e direttore generale di Fiera Milano – Le innumerevoli manifestazione fieristiche e gli importanti appuntamenti congressuali, ospitati nelle nostre strutture, oltre a essere uno strumento di proiezione delle imprese sui mercati internazionali e di sviluppo dell’economia, sono anche un’occasione privilegiata per far conoscere la Milano e la Lombardia ai milioni di operatori professionali che provengono da tutto il mondo. Questa intesa esalta quindi due dimensioni dell’italianità che il mondo ci invidia: un territorio meraviglioso che fa parte essenziale del nostro stile di vita e la vitalità imprenditoriale di un tessuto economico fatto di migliaia di imprese, che trovano in Fiera Milano uno strumento di sviluppo e internazionalizzazione”.