Giornale di Brescia 24 marzo 2010
 
Numerose le autorità presenti a Brozzo di Marcheno per l’inaugurazione del nuovo svincolo che dalla 345 della Valtrompia si innesta sulla provinciale Terza, che collega a Lodrino e alla Valle Sabbia.L’opera ha comportato importanti interventi, grazie all’attuazione di un programma stilato tra Provincia e Comune di Marcheno. L’intersezione risulta ora notevolmente allargata, con l’ampliamento del ponte sul fiume Mella e la carreggiata allargata, in quel punto, di circa due metri; contestualmente sono stati realizzati passaggi protetti per i pedoni e un nuovo sagrato antistante la chiesa parrocchiale di Brozzo, dedicata a S. Michele. 
Piazzetta Giovanni XXIII si presenta oggi completamente rinnovata ed il centro storico della frazione riqualificato, ma quel che più conta è che a trarne beneficio è la viabilità. Più sicura in un punto nevralgico che rappresenta una delle vie di collegamento più transitate per Lodrino e la vicina Valsabbia. Grazie all’eliminazione della strettoia, lo svincolo è ora più sicuro ed il transito, soprattutto quello dei mezzi pesanti, è stato agevolato grazie all’allargamento della sede stradale. Abbellita anche la piazzetta, al di là della strada, sulla sinistra verso nord, dove anche i parcheggi sono stati ridisegnati.
«Un progetto ambizioso che è stato realizzato – ha detto il sindaco Barbara Morandi – grazie al sostanzioso aiuto della Provincia che ha contribuito con 550mila euro». L’intervento ha riguardato, inoltre, la realizzazione di un impalcato in cemento armato, antistante la chiesa; sull’alveo del fiume Mella è stata eseguita una scogliera laterale a protezione delle murature esistenti. Al taglio del nastro (affidato al sindaco Barbara Morandi) erano presenti sindaci e amministratori dei paesi vicini e l’assessore provinciale ai Lavori pubblici, Mauro Parolini. Non poteva mancare Bruno Bettinsoli, attuale presidente della Comunità montana e già sindaco di Lodrino, comune direttamente interessato.
Numerosi i cittadini che hanno voluto testimoniare la soddisfazione per un intervento del quale da tempo si sentiva l’esigenza. Comprensibilmente commossa la sindachessa, accolta da uno striscione recante la scritta «Grazie Barbara».
Pia Grazioli