Il sussidiario.net 11 Dicembre 2009
 
 “Nonostante le centinaia di procedimenti e le migliaia di udienze che mi garantiscono un record universale della storia, sono stato sempre assolto perché per fortuna è solo una parte dei giudici che sta con la sinistra, mentre i giudici soprattutto del secondo e terzo livello sono giudici veri come negli altri Paesi”.

Ieri a Bonn è stato rappresentato con chiarezza ciò che l’ultimo dei cittadini italiani sa da anni: una parte del nostro sistema della giustizia è piegato a un progetto di potere politico che ha come scopo l’annientamento del Presidente del Consiglio. Un progetto sovversivo per consentire la vittoria di coloro che non riescono a far prevalere le proprie idee sul piano del confronto democratico.

La penso esattamente al contrario di chi accusa il Presidente del Consiglio di aver approfittato in modo improprio del palco del Congresso del Partito Popolare europeo per attaccare la magistratura italiana. Silvio Berlusconi ha scelto invece il teatro più capiente, quello europeo, per mettere l’Europa di fronte alla realtà di un’anomalia che sta raggiungendo livelli insostenibili….