Bresciaoggi 19 marzo 2010
 
«Scenderemo in piazza a Roma per rivendicare la libertà della gente a votare i suoi rappresentanti, e non certo per consolarci delle disavventure nate intorno alle nostre liste». Così si è espresso Mario Mauro, capogruppo del Pdl al parlamento europeo, in occasione della sua visita a Brescia per sostenere la candidatura in Regione di Mauro Parolini. «Ci fa piacere – ha detto a questo proposito Mauro – che Formigoni sarà ancora presidente della Regione e che Mauro Parolini sarà un autorevole membro della sua giunta».
MARIO MAURO ha ribadito che è stata ordita una campagna per indurre i cittadini italiani a non votare e si è lungamente soffermato sulla questione della presentazione delle liste del Pdl nella nostra regione. «Alla luce delle sentenze del Tar è evidente che le nostre liste erano assolutamente regolari – ha spiegato – Sul sito del Pdl abbiamo messo a disposizione di tutti un dettagliato rapporto sulla vicenda, che testimonia la bontà della procedura portata avanti dai nostri rappresentanti. Se un vizio c’è stato, va individuato nel ricorso presentato dai Radicali all’Ufficio elettorale della Corte d’Appello di Milano, ricorso illegittimo perché non di loro competenza. Resta da chiedersi per quale motivo sia stato concesso ai Radicali di restare per quasi 12 ore con i nostri documenti senza la supervisione di nessuno». I Capogruppo del Pdl ha annunciato che insieme al Presidente del Consiglio in piazza domani ci saranno anche Roberto Formigoni e gli altri 12 candidati, e che l’obiettivo delle manifestazione sarà quello di ricondurre la campagna elettorale sui binari dei veri contenuti, «quelli che hanno concesso 15 anni di buon governo in Lombardia».
Mauro Parolini ha evidenziato il ruolo strategico che proprio l’Ue ha giocato in moltissime partite locali. «Grazie all’impegno dei nostri rappresentanti in Europa siamo riusciti a risolvere problemi importanti legati alla nostra provincia, come le infrazioni per Brebemi, la corda molle, l’autostrada della Val Trompia. Anche in questo il Pdl ha dimostrato di essere un grande partito, perché ha saputo creare dei legami forti tra i diversi organi così da affrontare nel concreto i problemi del territorio».
Da Brescia intanto domani partiranno sei pullman alla volta di Roma (tre dalla città – due dal piazzale Iveco di via Volturno, l’altro da via Cefalonia – e tre dalla provincia: Manerbio, Rovato e Salò). A.DES.