Milano, 25 mar. – “Dall’ascolto di tutte le parti interessate è emersa chiaramente la necessità di cambiare: lo scopo è avere un mercato rinnovato, più efficiente nella logistica, sempre più attento al tema della sicurezza alimentare, più adeguato alle esigenze di chi vi lavora e al contempo più capace di competere a livello nazionale e internazionale”. È quanto ha dichiarato Mauro Parolini, assessore al Commercio, Turismo e Terziario di Regione Lombardia al termine dell’incontro odierno con i rappresentanti delle principali categorie che operano presso i  Mercati Generali ( grossisti, dettaglianti, ambulanti), oltre ad un rappresentante di Sogemi.

“Sul tavolo – ha spiegato Parolini – sono state poste questioni importanti come l’eventuale modifica del Testo Unico del Commercio, la necessità dell’ammodernamento delle strutture, l’introduzione di sistemi di conservazione delle merci e di logistica più efficienti, il rapporto tra operatori e Sogemi nella definizione del futuro dell’Ortomercato”.

“Regione Lombardia è garante dell’interesse generale e in virtù di questo ruolo – ha aggiunto Parolini – è  nostra volontà arrivare a una soluzione in tempi ragionevoli, senza snaturare la funzione che il Mercato ortofrutticolo ha svolto da quando è stato istituito ad oggi, per riportarlo nella posizione di leadership europea che merita”.

“È fondamentale che in questo processo di cambiamento tutte le voci siano ascoltate, senza fughe in avanti né l’imposizione di soluzioni che non tengano conto delle esigenze e dei legittimi interessi in gioco. Bisogna procedere con prudenza e al contempo con tempismo. Per questo – ha concluso l’assessore – prenderò contatti con l’Assessore del Comune di Milano D’Alfonso per affrontare in maniera il più possibile condivisa le problematiche emerse nell’incontro di oggi”.