Milano, 03 mag. – "Il Parco Sud è molto particolare e rappresenta un simbolo identitario per una città diventata ormai metropoli come Milano. Si tratta di un parco agricolo e non naturalistico, nato dalle trasformazioni dell'attività agricola e degli insediamenti abitativi e religiosi che ancora lo vivono. Quindi un Parco in cui il segno dell'attività dell'uomo è fortissimo e positivo, tanto da averne cambiato le caratteristiche naturali. Per cui fare un'esperienza al suo interno significa fare un esperienza di relazioni umane". Lo ha detto l'assessore allo Sviluppo economico di Regione Lombardia Mauro Parolini nel corso della presentazione della seconda edizione de 'Il Parco a Palazzo', l'evento organizzato, a Palazzo Isimbardi, a Milano, per la promozione del patrimonio agricolo-turistico del Parco Agricolo Sud.

IMPEGNO REGIONE – "Sono numerosi – ha ricordato l'assessore – gli strumenti messi in campo da Regione Lombardia per favorire nuove forme di turismo come quello che offre il Parco Sud di Milano, con le sue meravigliose Abbazie e i suoi percorsi. Proprio tra qualche giorno, infatti, uscirà un bando per sostenere il turismo religioso in Lombardia. Puntiamo con essa, a far sì che i percorsi, come quello del Parco Sud, possano diventare anche un prodotto turistico. Quindi non nascondere l'aspetto religioso, ma farlo diventare un'esperienza capace di produrre anche un ritorno economico e di lavoro. A questa iniziativa di Regione si affiancano quelle per lo sviluppo del turismo enogastronomico e del cicloturismo. Quindi azioni parallele che puntano a integrare caratteristiche turistiche della nostra regione, che a differenza di altre regioni, sono molto variegate".